ENTELLA PROMOSSA IN SERIE B/ Mancosu allo scadere gela il Piacenza sconfitto a Siena

- Claudio Franceschini

Virtus Entella promossa in Serie B: un gol di Mancosu all’89’ regala il campionato cadetto ai liguri. Piacenza sconfitto a Siena e costretto ai play-off.

Matteo Mancosu Entella tiro lapresse 2019
Virtus Entella, Matteo Mancosu (Foto LaPresse)

Entella promossa in Serie B: Piacenza beffato all’ultima curva prima del traguardo. E’ questo l’esito dell’ultima giornata del campionato di Serie C. I “lupi” potevano provare a gestire un vantaggio di due punti sulla formazione ligure ma il campo della Robur Siena si è confermato un terreno quanto mai ostico per le squadre in trasferta e gli emiliani hanno dovuto arrendersi per 2 a 0. Fino a pochi minuti dal termine, però, nonostante la sconfitta contro la formazione toscana, il Piacenza ha cullato il sogno promozione in Serie B: anche la Virtus Entella, infatti, era bloccata dalla Carrarese sullo 0 a 0. Il gol-vittoria è arrivato proprio a pochi minuti dallo scadere, con Mancosu che ha trovato la rete del definitivo 1 a 0 quando il cronometro segnava l’89’ regalando a sé e a i tifosi liguri la marcatura più importante di tutta la stagione, quella che è valsa il sorpasso in classifica. Ora al Piacenza non resta che ripartire da zero e tuffarsi nei play-off, sperando di riuscire a smaltire in fretta le scorie di questa tremenda beffa…(agg. di Dario D’angelo)

SIENA CAMPO OSTICO

Piacenza o Entella: una di queste due squadre questo pomeriggio festeggerà la promozione diretta in Serie B, l’altra sarà costretta a ricorrere ai play-off. Se è vero che proprio la formazione emiliana ha il match point contro il Siena e dipende da sé stessa, lo è pure che proprio la Robur ha tutto l’interesse nel cercare di portare a casa i 3 punti per garantirsi un sorteggio più favorevole nei play-off. I tifosi dell’Entella poi possono essere fiduciosi in ragione della fama di “ammazza-grandi” che ha caratterizzato il Siena tra le mura amiche. Un concetto ribadito da mister Mignani e riportato da piacenzasera.it:”Siamo pronti alla battaglia e a cercare di vincere la partita. Il nostro pensiero è quello di provare a fare i tre punti. In casa abbiamo battuto l’Entella, il Pisa, la Carrarese, a volte siamo cascati ma sappiamo di avere nelle nostre corde la possibilità di vincere una partita contro la squadra che in questo momento è la prima della classe. Il Piacenza rispetto a noi ha tre risultati che possono essere utili per la promozione, noi ne abbiamo uno solo per provare a scalare posizioni in classifica”. (agg. di Dario D’Angelo)

COM’E’ AVVENUTO IL SORPASSO

Piacenza o Entella possono essere promosse in Serie B: all’ultima giornata si arriva con i lupi in testa al girone A, ma i liguri sono stati virtualmente nel campionato cadetto per ben dieci turni. Costretti a tanti recuperi ravvicinati per aver saltato alcune partite all’inizio della stagione, i ragazzi di Roberto Boscaglia si sono presi il primo posto dopo la vittoria di Arzachena, poi ancora la settimana dopo vincendo a Pistoia e lì sono rimasti fino al 23 aprile: lì, il Piacenza ha sfruttato il calo dell’avversaria (che a marzo ha pareggiato quattro partite per 0-0) e ha avuto la possibilità di giocare la sfida di andata, slittata in avanti di circa sei mesi, al Garilli. Il gol di Alessio Sestu ha sancito il sorpasso, l’Entella ha avuto 8 minuti più il recupero in superiorità numerica (espulso Davide Bertoncini) ma non li ha sfruttati. In seguito i biancazzurri hanno avuto il merito di tenere botta battendo la Juventus U23; il Piacenza ha avuto un finale thrilling perchè a Lucca, pochi giorni prima, aveva rimontato e vinto al 92’ mentre contro l’Olbia era sotto 1-2 e poi è andato a vincere con un rigore e la rete decisiva, di Giovanni Terrani, a sei minuti dal 90’. Qualcuno potrebbe leggerci un segno del destino… (agg. di Claudio Franceschini)

LA SITUAZIONE PER LA PROMOZIONE

Sarà il Piacenza o la Virtus Entella la squadra promossa in Serie B? Ci avviciniamo alla 38^ e ultima giornata di Serie C 2018-2019, e il girone A è l’unico nel quale l’esito legato al primo posto e alla promozione diretta sia ancora incerto: prima infatti ha festeggiato la Juve Stabia (girone C), poi il Pordenone (girone B) ha guadagnato il primo storico pass per il campionato cadetto. Resta un verdetto, che sarà stabilito in volata: si gioca naturalmente in contemporanea – ore 16:30 – e le partite sono Entella-Carrarese e Siena-Piacenza. I liguri hanno il vantaggio di giocare in casa, ma i lupi sono primi in classifica: dunque è la squadra di Arnaldo Franzini ad essere padrona del proprio destino. Tuttavia, attenzione: se è vero che al Piacenza basta una vittoria per essere promosso in Serie B, il pareggio potrebbe non essere sufficiente. Nella doppia sfida diretta infatti c’è un successo a testa, ma la differenza reti (3-1 contro 0-1) sorride ai biancazzurri. Tradotto: in caso di arrivo a pari punti (vittoria dell’Entella, pareggio del Piacenza) sarebbe la squadra di Roberto Boscaglia a festeggiare la promozione, operando il controsorpasso. Dunque saranno 90 minuti tutti da vivere, con la concentrazione massima su questi due campi: Chiavari e Siena.

PIACENZA O ENTELLA PROMOSSA IN SERIE B SE… LE AVVERSARIE

Per scoprire chi tra Piacenza ed Entella sarà promossa in Serie B dobbiamo anche parlare delle avversarie: sia la Carrarese che il Siena sono squadre di alta classifica nel girone A, giocheranno i playoff e hanno anche forti ambizioni. Sono 62 i punti dei gialloblu, contro i 60 della Robur: dunque abbiamo una sfida nella sfida, perchè il Siena potrebbe operare il sorpasso ai danni della Carrarese e chiudere la stagione al sesto posto, che potrebbe anche diventare quinto qualora l’Arezzo dovesse mancare la vittoria. Non che cambi granchè, ma scalare la classifica permetterebbe sulla carta di avere un turno più agevole nel primo turno dei playoff; dunque è vero che le due sfidanti di Piacenza ed Entella non hanno certamente le motivazioni che spingono le prime due della classe, ma certamente ci sono motivi perchè entrambe vadano a caccia della vittoria. Da questo punto di vista, la capolista rischia grosso: al Franchi la Robur ha ottenuto 37 dei suoi 60 punti e ha perso solo tre volte – ma due di queste nel mese di marzo – mentre la Carrarese da trasferta ha sette sconfitte in 17 partite, quattro nel solo 2019. Si giocherà comunque sul filo del rasoio, come è stato tutto il campionato di Serie C per questo entusiasmante girone A che finalmente arriva alla sua conclusione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA