CALCIOMERCATO/ Lazio, missione Podolski, Tare ha un alleato speciale…

Biancocelesti sempre a caccia del nazionale tedesco, che potrebbe sbarcare a Roma grazie ai buoni uffici di Miroslav Klose, suo ex-compagno al Bayern…

19.12.2011 - La Redazione
lukas_podolski_colonia_r400
Lukas Podolski (foto ANSA)

Lazio-Klose, il binomio perfetto. La formazione biancoceleste ha trovato nell’ariete tedesco il finalizzatore ideale. Ieri contro l’Udinese l’ex Bayern ha siglato il suo nono gol in campionato, in capo all’ennesima prestazione d’alto livello. Sempre più ‘Mito’, insomma. Claudio Lotito ha fatto un affarone, non c’è che dire. Un giocatore così, acquistato a parametro zero. E pensare che c’era chi lo giudicava bollito. Storie. La verità è che un centravanti di questo calibro farebbe la fortuna di qualsiasi squadra. “Ma per fortuna ce l’abbiamo noi”, va ripetendo da settimane un ovviamente soddisfattissimo Edy Reja. Oltre che come attaccante, Klose, secondo le ultime indiscrezioni, starebbe provando a cimentarsi anche come ds. Igli Tare non tema, però. In pratica, il tedescone sarebbe impegnato in un’opera di convincimento del connazionale Lukas Podolski, da tempo nel mirino biancoceleste. La forte punta del Colonia ha annunciato di non avere intenzione di rinnovare con il suo club, precisando che non rimarrà in Bundesliga, ma andrà all’estero. A Monaco, con la maglia del Bayern, non è andata benissimo; per questo, la voglia di riprovarci e dimostrare di essere all’altezza di un top club è enorme. Una bella scommessa, che Podolski non vuole assolutamente perdere. Far sfracelli al Colonia lo sta sicuramente aiutando a trovare una nuova sistemazione. Radiomercato dà l’Arsenal in prima fila per il giocatore, dopo che i Gunners hanno già tentato un primo assalto, non andato a buon fine. Ma anche la Lazio è in piena corsa, per di più potendo contare sulle ‘pressioni’ di Klose, suo ex-compagno ai tempi di Monaco per due stagioni, dal 2007 al 2009. I due potrebbero riformare nella Capitale la coppia d’attacco della Germania, che tanto bene ha fatto ai Mondiali sudafricani, e non solo. Gli aquilotti incrociano le dita, nella speranza che ‘Poldi’, come viene soprannominato il giocatore, accetti i consigli dell’amico e collega di reparto Miroslav. Il suo eventuale arrivo sarebbe anche un modo per ‘mettere fretta’ a Cisse, tuttora impegnato nella difficile ricerca della miglior condizione fisica. Lo stesso Reja, che pure ha sempre difeso il francese, inizia ad essere stufo della sua latitanza, preferendogli un Rocchi in gran spolvero. Se poi dovesse arrivare anche Podolski, per l’ex-Panathinaikos si farebbe davvero dura.

Oggi L’Equipe ha parlato di un suo possibile ritorno all’Auxerre già a gennaio. Forse è ancora presto per una bocciatura definitiva, ma di certo nel 2012 Cisse dovrà mostrare ben altro passo. Per rimanere in squadra e scacciare così la concorrenza.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori