Lazio: Reja crede nella Champions

- La Redazione

La Lazio si prepara all’ultima giornata di campionato e aspetta il regalo da Udine per conquistare il sogno Champions League. Missione difficile, ma non impossibile; Reja ci crede.

reja_R375x255_10feb10
Edy Reja, tecnico della Lazio (Foto: Ansa)

Dopo essere ripartita da Reja, con la conferma del tecnico goriziano anche per la prossima stagione, la Lazio guarda all’ultima giornata di campionato contro il Lecce al Via del Mare con la vittoria come imperativo categorico. I tre punti sono infatti un obiettivo alla portata dei biancocelesti contro un Lecce ormai appagato dalla salvezza conquistata nella scorsa giornata. La vittoria però potrebbe non bastare, sulle testa degli uomini di Reja pesa ancora la sconfitta di Udine che li ha, di fatto, privati del quarto posto; costringendoli così a non dipendere più dalle proprie forze. I biancocelesti dovranno dunque passare gli ultimi 90 minuti di questo campionato con un occhio ad Udine, dove si spera in un regalo da parte del Milan scudettato e privo di motivazioni. In settimana Domizzi non ha avuto dubbi, sostenendo che i rossoneri giocheranno la loro partita, senza nessun regalo, una speranza che invade anche le pareti di Formello e che accompagnerà le ultime ore di questa stagione. I biancocelesti ci credono ma intanto programmano anche la prossima stagione tenendo sempre pronti due piani: un piano A in caso di qualificazione in Champions ed un piano B nel caso i biancocelesti dovessero accontentarsi soltanto dell’Europa League. Qualora dal Friuli arrivasse il tanto agognato regalo a tinte rossonere, Edy Reja ha già le idee molto chiare “Bisognerà rinforzare questo organico che di base è già molto forte e si dovrà risolvere il nodo Muslera” Ma ancora prima di pensare al calciomercato restano gli ultimi 90 minuti da giocare per alimentare un sogno. A parlare di Udinese – Milan, match di fondamentale importanza per le speranze biancocelesti è Aldo Serena “L’Udinese, giocando in casa di fronte al proprio pubblico e con lo stadio probabilmente tutto esaurito, non può sbagliare partita e penso che giocherà con la consueta attenzione tattica, con la chiusura degli spazi per non far partire i talentuosi del Milan e poi cercherà di andare in avanti. L’Udinese sarà aggrappata al pareggio che la porterebbe al quarto posto e quindi le aprirebbe le porte di una stagione futura notevole”.

Reja richiama però all’attenzione i suoi, prima di pensare agli altri bisognerà concentrarsi su se stessi e lottare contro il Lecce, i tre punti sono infatti tassativi per chiudere al meglio la stagione e quanto meno credere nell’impresa e nel ritorno nell’Europa che conta.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori