CALCIOMERCATO/ Lazio, Mehmedi e Xhaka: giovani talenti elvetici nel mirino di Lotito e Petkovic

- La Redazione

Giovani, svizzeri, di origini balcaniche e soprattutto di grande talento: sono l’attaccante Mehmedi e il centrocampista Xhaka, obiettivi di calciomercato della Lazio di Lotito e Petkovic

granit_xhaka_r400
Granit Xhaka (Infophoto)

Il presidente della Lazio, Claudio Lotito, e il suo braccio destro, il direttore sportivo Igli Tare, stanno pensando in questi giorni a come potenziare una Lazio già molto positiva nella sessione di calciomercato di gennaio 2013. I due obiettivi che sono stati individuati come tra i prioritari hanno molte cose in comune: sono entrambi giovani, svizzeri e di origine balcanica. Stiamo parlando di Admir Mehmedi e di Granit Xhaka. Il primo è un attaccante classe 1991, nato in Macedonia ma cresciuto in Svizzera (con la cui Nazionale ha giocato pure alle Olimpiadi di Londra 2012) e che milita dal mese di gennaio di quest’anno nella Dinamo Kiev. Il ragazzo sarebbe stato segnalato direttamente da Vladimir Petkovic, che lo conosce molto bene. In Ucraina Mehmedi sta trovando difficoltà a trovare spazio tra i titolari della sua squadra e di conseguenza avrebbe chiesto la cessione già per il prossimo mercato di riparazione. Mehmedi ha un contratto in scadenza al 30 giugno del 2016 ma un valore decisamente abbordabile, attorno ai 5 milioni di euro. La Lazio potrebbe fare un tentativo serio per aggiudicarsi il giovane Admir, soprattutto se riuscisse a cedere Sergio Floccari, già sulla lista dei partenti durante l’estate, senza dimenticare che anche la posizione di Mauro Zarate appare in bilico visto il poco spazio che sta trovando. Inoltre, anche Libor Kozak sembra poter lasciare Roma a gennaio: per lui potrebbe essere ideale un prestito in una squadra di fascia medio-bassa, che gli consenta di giocare con quella continuità mai avuta nella Capitale. Il reparto d’attacco dei biancocelesti, che in effetti in questa prima parte della stagione è apparso troppo dipendente da Miroslav Klose ed Hernanes, potrebbe dunque subire grossi cambiamenti già a gennaio. Per il centrocampo si pensa invece allo svizzero di origini kosovare Granit Xhaka, in forza al Borussia Moenchengladbach. Il 20enne centrocampista è un pallino di Claudio Lotito, che lo seguiva già ai tempi del Basilea. Xhaka, legato ai tedeschi fino al giugno del 2017, viene valutato circa 8 milioni e mezzo di euro. Approdato quest’anno in Bundesliga, il ragazzo, già uomo-cardine della Nazionale elvetica, sembra essersi ambientato piuttosto bene ma non sarebbe contentissimo delle ambizioni limitate del suo nuovo club. Dunque, la Lazio ha qualche buon motivo per sperare. Probabilmente in ottica giugno, visto che sembra molto difficile che i tedeschi si privino del giocatore – prelevato in estate in cambio di circa 9 milioni – a stagione in corso.

Lo svizzero, mancino naturale, è un tipo di giocatore molto duttile tatticamente, in grado di ricoprire un po’ tutti i ruoli del centrocampo, dal mediano al trequartista. Il tecnico biancoceleste Vladimir Petkovic lo stima moltissimo, e presto potrebbe suggerire alla società di tornare sulle sue tracce, dopo i sondaggi dei mesi scorsi. Pure il presidente Lotito e il d.s. Tare sono noti estimatori di Xhaka, e per giugno potrebbe essere lui l’obiettivo numero 1. Oltre che in entrata, comunque, la società capitolina è chiamata ad operare a gennaio sul fronte delle cessioni, soprattutto per quanto riguarda il reparto offensivo.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori