PROBABILI FORMAZIONI/ Lazio-Milan: ultime novità (serie A, ottava giornata)

- La Redazione

Le probabili formazioni di Lazio-Milan, in campo stasera alle 20.45. Anticipo di lusso, dunque, stasera all’Olimpico, tra la lanciatissima banda Petkovic e i rossoneri in cerca di riscatto.

allegri_inzaghi_brunelliR400
Massimiliano Allegri, nuovo allenatore della Juventus (Infophoto)

Anticipo di lusso, stasera all’Olimpico alle ore 20.45. Di fronte ci saranno Lazio e Milan: scontro, dunque, tra la lanciatissima squadra di Petkovic, terza in classifica alla pari con l’Inter, e i rossoneri di Allegri ancora amareggiati per la sconfitta nel derby. In casa i biancocelesti hanno raccolto finora due vittorie ed una sconfitta. Per i rossoneri lontano da San Siro una vittoria, un pareggio e una sconfitta. Per i biancocelesti vincere stasera vorrebbe dire tantissimo: la formazione di casa scenderà in campo conoscendo già il risultato di Juventus-Napoli. A Formello tiferanno per un pareggio in quel di Torino, in modo da accorciare le distanze in classifica. Ma questo Milan non può assolutamente fare sconti. L’avvio di stagione, con soli 7 punti in altrettante giornate di campionato, è stato completamente negativo e vincere è diventato praticamente un obbligo, a partire da stasera in avanti. Allegri ritrova il redivivo Pato, che andrà in panchina: un recupero fondamentale per la causa milanista, in attesa che il ‘Papero’ ritrovi finalmente la miglior condizione fisica. Arbitra Tagliavento. Ecco le ultime notizie dai due ritiri.

Petkovic manderà in campo i suoi secondo il modulo 4-5-1. Davanti al portiere Federico Marchetti, la linea difensiva sarà composta – da destra a sinistra – da Konko, Biava, Dias e Lulic, a centrocampo Candreva e Mauri saranno i due esterni, con Gonzalez ed Hernanes in posizione di interni, e capitan Ledesma come play basso. Unica punta il fantastico Miroslav Klose, che sta ripetendo le belle prestazioni offerte al suo primo anno italiano. Il tedesco sta funzionando benissimo da catalizzatore del gioco, riuscendo ad attirare a sè le difese avversarie, in modo da liberare al tiro i vari Hernanes e Candreva. Petkovic approccia con cautela la partita: “Guardando la classifica, e dato che giochiamo in casa, siamo favoriti ma dobbiamo dimostrarlo sul campo. Il Milan viene per una grande partita, i rossoneri sono una nobile per niente decaduta. Dovremo prendere con le pinze un avversario ferito ma con tanta voglia di riscattarsi. Anche il Milan dovrà fare attenzione perchè noi sappiamo soffrire e siamo pronti a pressare ed a metterli in difficoltà”. Inevitabile la domanda su Juventus-Napoli: “Non voglio guardare nel giardino degli altri. Sarà una bella partita, ma noi dobbiamo pensare a Lazio-Milan. Guarderò il primo tempo di Torino prima di concentrarmi sulla mia gara. Spero che la nostra possa essere una sfida ancora più importante e più bella. Ci sarà molta gente in più del solito all’Olimpico, sarà una spinta in più”.

A disposizione dell’allenatore, in panchina con lui, ci saranno i due portieri Bizzarri e Carrizo, e poi Zauri, Ciani, Cavanda, Scaloni, Brocchi, Cana, Zarate, Rocchi, Kozak e Floccari. Queste quindi saranno le soluzioni per cercare di modificare in corsa l’andamento della partita.

Assente in casa biancoceleste il solo Ederson, oltre allo squalificato Sculli, ancora alle prese (fino al 9 novembre) con lo stop per la vicenda del calcioscommesse.

Allegri insiste sul 4-2-3-1, con Amelia tra i pali, una linea difensiva a quattro formata da De Sciglio, Bonera, Yepes e Antonini, mediana con Montolivo e De Jong, e il trio Emanuelson-Boateng-El Shaarawy alle spalle di Pazzini, che alla fine dovrebbe spuntarla su Bojan. Una formazione, dunque, dal buon impatto offensivo, che spera di avvalersi della felice vena di Riccardo Montolivo, molto positivo in Nazionale (suo il primo gol contro la Danimarca), e soprattutto di Stephan El Shaarawy, scopertosi ultimamente goleador. In cerca di rilancio, invece, il ghanese Boateng, finora spento e abulico. Allegri parte dalla convocazione di Pato: “Lo vedo benissimo, sia mentalmente che fisicamente. Ovviamente ora non ha i 90′ nelle gambe, ma con l’andare del tempo dovrà tornare il giocatore decisivo che sa essere. Questa volta credo che il suo rientro sarà diverso dagli altri. E non c’è nessuna paura di nuovi infortuni. In campo dal 1′? Non saprei, devo valutare. Ma credo che ci siano più possibilità che dall’inizio giochi Pazzini, che sta molto meglio di Bojan. In difesa, a parte Zapata che è tornato solo oggi, i quattro centrali stanno bene. Boateng a livello di impegno ha sempre fatto il massimo, è normale che quando manca il gol viene sminuita un po’ la sua prestazione, ma io sono contento di quello che ha fatto finora. Dovremo stare molto attenti, perché la Lazio è un’ottima squadra, di palleggiatori, se va in vantaggio difficilmente subisce, dovremo fare una partita attenta a livello tattico e tecnico. Servirà intensità, quanto abbiamo fatto finora non è abbastanza. Ad esempio dobbiamo smetterla di prendere gol su palla inattiva. E siccome fare gol è fondamentale, dobbiamo essere più incisivi sottoporta”.

A disposizione i portieri Gabriel e Petkovic, i difensori Abate, Mexes e Acerbi, i centrocampisti Nocerino, Constant e Flamini, le punte Bojan e Pato, quest’ultimo finalmente disponibile dopo un’incredibile sequela di infortuni.

Tanti assenti per mister Allegri, costretto a fare a meno di Strasser, Muntari, Didac Vilà, Mesbah, Robinho, Zapata e Abbiati. Se ci aggiungiamo anche lo squalificato Ambrosini, siamo in presenza di un piccolo esercito di indisponibili…

 

 

Marchetti; Konko, Biava, Dias, Lulic; Candreva, Gonzalez, Ledesma, Hernanes, Mauri; Klose. All.: Petkovic.

A disp.: Bizzarri, Carrizo, Zauri, Ciani, Cavanda, Scaloni, Brocchi, Cana, Zarate, Rocchi, Kozak, Floccari.

Squalificati: Sculli.

Indisponibili: Ederson.

Amelia; De Sciglio, Bonera, Yepes, Antonini; De Jong, Montolivo; Emanuelson, Boateng, El Shaarawy; Pazzini. All.: Allegri.

A disp.: Gabriel, Petkovic, Abate, Mexes, Acerbi, Nocerino, Constant, Flamini, Bojan, Pato.

Squalificati: Ambrosini.

Indisponibili: Strasser, Muntari, Didac Vilà, Mesbah, Robinho, Zapata, Abbiati.

 

Arbitro: Tagliavento.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori