PROBABILI FORMAZIONI/ Lazio-Torino: notizie alla vigilia (serie A, decima giornata)

- La Redazione

Le probabili formazioni di Lazio-Torino, in campo domani alle 20.45 per la decima giornata di serie A. Entrambe le squadre vogliono gettarsi alle spalle le ultime sconfitte…

Klose_Torino
Miroslav Klose, 6 gol in campionato (Infophoto)

Missione riscatto per due. All’Olimpico si sfideranno domani sera alle 20.45 Lazio e Torino, entrambe reduci da brucianti sconfitte nell’ultimo turno di campionato. I biancocelesti hanno perso 2-0 a Firenze in una gara contrassegnata da enormi errori arbitrali. Tante contestazioni anche per i granata, che nel secondo tempo sono rimasti in 10 e hanno ceduto di schianto al Parma. Insomma, domani sera sarà vietato fallire, ed è bene che entrambi gli allenatori lo tengano bene a mente. Vladimir Petkovic, che ieri ha analizzato lo stop del Franchi, ha assicurato che la sconfitta in terra toscana non ridimensiona assolutamente i suoi, che però hanno il dovere di voltare pagina per non perdere contatto con le zone alte della classifica. Un nuovo ko, invece, farebbe diventare assai brutta la classifica del Torino, che ha bisogno di tornare a far punti in ottica salvezza. L’organico non è eccelso e andrà sicuramente puntellato a gennaio, nel frattempo Giampiero Ventura dovrà fare di necessità virtù e cercare di ottenere il massimo possibile da qui alla sosta natalizia. Arbitra Giannoccaro e si gioca allo stadio Olimpico, dove la Lazio ha colto tre vittorie e una sconfitta (contro il Genoa, immeritata).

I biancocelesti di Petkovic vantano un possesso palla medio a partita del 51%, con 572 palloni giocati a incontro e una media di 5 tiri su 13 nello specchio della porta. E’ una Lazio che, col nuovo assetto studiato dal tecnico, non si basa soltanto sui gol di Klose, ma anche sugli inserimenti offensivi di centrocampisti di qualità quali Candreva, Mauri ed Hernanes. Finora è stato questo il segreto della formazione biancoceleste, che sostanzialmente in fase di attacco gioca con un tridente e porta Hernanes, che pure si è allontanato dalla porta rispetto alla scorsa stagione, a cercare inserimenti costanti in zona gol. Ci sono però tegole pesanti: il Profeta e Ledesma, espulsi domenica, sono squalificati, e in più Marchetti è ancora out (al pari di Stankevicius, Radu ed Ederson). Dunque Petkovic conferma Bizzarri in porta e schiera la stessa linea difensiva vista contro la Fiorentina, con Konko e Lulic sugli esterni e Biava e André Dias come centrali. A centrocampo rivoluzione forzata: al centro agirà il giovane Onazi, ormai stabilmente aggregato alla prima squadra, e insieme a lui come interni ci saranno Brocchi (recuperato, già in campo domenica) e Alvaro Gonzalez. Mauri e Candreva confermati sugli esterni, davanti il solo Miroslav Klose. In panchina, vista l’emergenza, potrebbero trovare spazio anche Matuzalem, Diakité e Zarate, tre elementi che non rientrano nei piani della società e a gennaio potrebbero cambiare maglia.

Gli uomini di Ventura hanno una buona percentuale media di passaggi riusciti, del 67% circa ad incontro. Da migliorare la fase offensiva: del 46% la percentuale di pericolosità, con soli 5 tiri su 12 a bersaglio nello specchio avversario. Attenzione al Torino da trasferta: i granata sono ancora imbattuti lontano dall’Olimpico, con una vittoria (roboante, il 5-1 sull’Atalanta) e tre pareggi. In difesa si rivede Ogbonna, che rientra dopo il riposo concessogli da Ventura; con lui al centro confermato il polacco Glik, novità sugli esterni perchè rientra D’Ambrosio che però si schiera a destra, con Salvatore Masiello a sinistra (ma Darmian resta in ballottaggio per una maglia). A centrocampo si è rivisto Birsa (spezzone domenica), ma il ruolo di cerniera davanti alla difesa dovrebbe essere affidato come al solito a Brighi e Gazzi: nessuno dei due è un regista puro, ma Ventura ha bisogno di fiato e interdizione per supportare al meglio il quartetto offensivo. Qui, stante la squalifica di Sansone e l’indisponibilità di Santana, il tecnico genovese dovrebbe riproporre Rolando Bianchi al centro dell’attacco, a fare coppia non con Meggiorini ma con Sgrigna, più adatto a sfruttare le ripartenze. Sugli esterni Cerci e Vives dovrebbero essere le soluzioni più attendibili, con Stevanovic dunque che dovrebbe partire dalla panchina.

 

Bizzarri; Konko, Biava, Dias, Lulic; Candreva, Brocchi, Onazi, Gonzalez, Mauri; Klose. All.: Petkovic

A disp.: Carrizo, Scaloni, Ciani, Diakitè, Zauri, Cavanda, Cana, Matuzalem, Kozak, Floccari, Rocchi, Zarate.

Squalificati: Sculli, Ledesma, Hernanes

Indisponibili: Marchetti, Radu, Stankevicius, Ederson

Gillet; D’Ambrosio, Glik, Ogbonna, Masiello; Brighi, Gazzi; Cerci, Bianchi, Sgrigna, Vives. All.: Ventura

A disp.: Gomis, Rodriguez, Di Cesare, Agostini, Darmian, Caceres, Basha, Verdi, Birsa, Stevanovic, Meggiorini.

Squalificati: Sansone

Indisponibili: Suciu, Santana

 

Arbitro: Giannoccaro di Lecce

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori