EUROPA LEAGUE/ Lazio-Maribor (1-0): la cronaca e il tabellino con marcatori e ammoniti della partita (seconda giornata gruppo J)

- La Redazione

Ecco la cronaca e il tabellino con marcatori e ammoniti della partita Lazio-Maribor 1-0, valida per la seconda giornata del gruppo J della Europa League 2012/2013. Gol decisivo di Ederson.

hernanes_lazio_r400
Hernanes, centrocampista della Lazio (Infophoto)

Oggi lo stadio Olimpico di Roma ospitava la partita Lazio-Maribor, valida per la seconda giornata del gruppo J della Europa League 2012/2013 e terminata con il risultato di 1-0 per i biancocelesti di Petkovic grazie alla rete messa a segno nel secondo tempo da Ederson. Una vittoria preziosa, che proietta la Lazio in testa al girone, anche se più sofferta del previsto per merito di un Maribor davvero ottimo, che si è rivelato squadra di spessore. Il finale poteva essere più facile, ma Hernanes si è fatto respingere un rigore da Handanovic e la sofferenza è durata fino al triplice fischio dell’arbitro nonostante la superiorità numerica. 

CRONACA PRIMO TEMPO – Come previsto, si parte con Floccari titolare nell’attacco della Lazio, supportato in particolare da Hernanes ed Ederson. La prima occasione da rete importante è stata per la Lazio dopo pochissimi secondi, con un tiro di Hernanes bloccato a terra da Jesper Handanovic. Il Maribor però mette in chiaro le proprie atenzione dopo qualche minuto, quando Filipovic di testa colpisce la traversa sugli sviluppi di un calcio d’angolo, e il merito va alla decisiva deviazione di Bizzarri, che ha evitato guai peggiori. Nelle fila della Lazio, il migliore è indiscutibilmente Candreva, che nel corso dei primi 45 minuti di gioco colpirà anche una volta il palo e una volta l’incrocio dei pali con due tiri-cross. Il primo è stato sicuramente cercato, e per poco non sorprendeva il portiere, piazzato non benissimo; il secondo invece è sembrato il classico cross sbagliato che per poco non beffa gli avversari, anche se la traiettoria ben disegnata ci lascia il dubbio che Candreva ci abbia provato davvero. Da annotare anche un gol annullato ad Ederson al 26’ minuto, per una posizione di fuorigioco ben segnalata dal guardalinee: il giocatore brasiliano non se ne era accorto, tanto che era andato ad esultare sotto la curva Nord insieme ad Hernanes, suo connazionale. Ad onore degli sloveni, però, vanno annotate le parate di Bizzarri, che più di una volta è stato impegnato dai giocatori del Maribor, in particolare attorno alla metà di questa prima frazione di gioco, con Cvijanovic ed Ibraimi tra i più insidiosi. Va anche detto, però, che nell’ultimo quarto d’ora la Lazio ha preso decisamente il sopravvento. Alla fine del primo tempo, dunque, si chiedeva alla Lazio il decisivo cambio di ritmo che fino a quel momento non si era visto.

CRONACA SECONDO TEMPO – La ripresa inizia sulla stessa falsa-riga del primo tempo, con occasioni da una parte e dall’altra. Per la Lazio da segnalare uno spunto di Ederson (sempre pericoloso quando si accende), ma dopo pochi minuti Tavares non riesce a deviare in porta da pochi metri un pallone spiovente da corner che Bizzarri non era riuscito a fare suo. Attorno al quarto d’ora, prima Candreva si esibisce in un tiro al volo, poi arriva il tanto sospirato gol del vantaggio. Siamo al 17′ minuto: Hernanes avvia l’azione, Floccari è bravissimo a difendere palla in area e a smarcarsi per il tiro che viene respinto da Handanovic. Sul pallone però irrompe Ederson, che anticipa un difensore e di prepotenza insacca in rete (1-0). Il Maribor sbanda per qualche minuto, ma poi torna a farsi vedere in avanti. Gli spazi che inevitabilmente concede rischiano però di farsi sentire dolorosamente: alla mezz’ora Floccari può entrare in area, e Vidovic lo ferma fallosamente. Rigore ed espulsione. Hernanes però si fa respingere la conclusione da parte di Handanovic, evidentemente bravo come il cugino a parare i tiri dal dischetto. La Lazio così deve soffrire fino alla fine del recupero, in particolare per colpa di Ibraimi, autore di due tiri: sfortunato sul secondo – in mischia da calcio d’angolo – che finisce addosso al compagno di squadra Mertelj. Sospiro di sollievo per l’Olimpico: la Lazio può portare a casa la vittoria e i tre punti.

 

(primo tempo 0-0)

 

 Ederson al 17′ s.t.

 Bizzarri; Konko, Dias, Ciani, Cavanda; Cana; Candreva, Gonzalez (39′ st Zarate), Hernanes, Ederson (24′ st Onazi); Floccari (47′ st Kozak). A disp.: Marchetti, Scaloni, Biava, Mauri. All.: Petkovic.

Handanovic; Milec, Rajcevic, Vidovic, Mejac; Cvijanovic (41′ st Komazec), Filipovic, Mertelj, Ibraimi; Tavares (16′ st Mezga), Beric. A disp.: Pridigar, Trajkovski, Dodlek, Lesjak, Ploj. All.: Milanic.

 Marciniak (Pol).

NOTE: ammoniti Tavares (M), Cana (L); espulso Vidovic (M).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori