SS LAZIO/ Baronio: Hernanes-Ederson? Insieme si può, ecco come (esclusiva)

- int. Roberto Baronio

Roberto Baronio, ex centrocampista della Lazio, ha parlato del buon momento del brasiliano Ederson e della sua possibile coesistenza con il connazionale Hernanes: due giocatori alternativi?

lazio_mauri_candreva_hernanesR400
Da sinistra Stefano Mauri, 32 anni, Antonio Candreva, 25, e Hernanes, 27, centrocampisti della Lazio (INFOPHOTO)

Grazie al successo di misura contro gli sloveni del Maribor la Lazio è in testa al suo girone di Europa League dopo due partite. Per la squadra di Vladimir Petkovic si tratta della seconda vittoria consecutiva dopo quella in campionato contro il Siena. In gol è andato, esattamente quattro giorni dopo la prima marcatura ufficiale in maglia laziale, il brasiliano Ederson, che ha freddato il portiere del Maribor sulla respinta di un tiro da fuori area. L’ex giocatore del Lione sta convincendo tutti a Roma, sponda Lazio. Petkovic lo ha aspettato perché il brasiliano è arrivato non in perfette condizioni fisiche, e in pochi giorni ha già segnato già due gol mostrando il proprio valore. I tifosi biancocelesti non vogliono assolutamente vedere Ederson in panchina, anche se il suo impiego dal primo minuto potrebbe escludere quello di Hernanes, altro idolo della piazza che peraltro ha iniziato la stagione alla grande. Ieri sera i due hanno giocato assieme, con Hernanes in posizione più arretrata. Il brasiliano ex San Paolo ha sbagliato un calcio di rigore, mentre Ederson ha segnato il gol della vittoria. E’ lecito chiedersi se la Lazio possa permettersi sia Hernanes che Ederson in campo insieme: sicuramente la qualità della manovra potrebbe giovarne ma servirebbe una corposa pattuglia d’incontristi. Per capire se il duo Ederson-Hernanes possa davvero essere un’opzione per Petkovic abbiamo intervistato in esclusiva a Ilsussidiario.net Roberto Baronio, ex giocatore della Lazio.

Hernanes-Ederson, sarà difficile vederli assieme nella Lazio di Petkovic? No, perché? I grandi giocatori devono giocare assieme.

La Lazio però viene accusata di aver poco equilibrio a centrocampo… Toccherà al tecnico saper gestire la situazione. Anche perché la qualità di entrambi contemporaneamente può solo fare bene a questa squadra.

Dal punto di vista tattico come li schiererebbe in campo? Potrebbero giocare entrambi da trequartisti, con tre centrocampisti pronti a correre dietro di loro. Ma bisogna avere giocatori disposti a sacrificarsi.

Non c’è il rischio che i due possano pestarsi i piedi? Non credo, perché Hernanes ora sta partendo qualche metro più indietro ed è più pericoloso rispetto allo scorso anno.

Con i due campo che Lazio potremmo vedere? Sicuramente una Lazio di qualità capace di essere maggiormente padrona del campo. Quando a centrocampo giocano calciatori dai piedi buoni è sempre più facile mantenere il possesso palla rispetto agli avversari.

Sorpreso da Ederson?

Assolutamente no, il ragazzo ha sempre dimostrato le proprie qualità anche in passato.

Certo, però l’impatto è stato molto positivo, forse oltre ogni previsione… Io invece penso che ancora non abbiamo visto il miglior Ederson. Non è ancora al cento per cento fisicamente e per questo sono curioso di vederlo nel pieno della forma.

Cosa può essere Ederson per la Lazio? Sicuramente un’arma importante, che dovrà essere sfruttata bene.

 

(Claudio Ruggieri)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori