CALCIOMERCATO/ Lazio, rottura Zarate-Petkovic: addio a gennaio!

- La Redazione

Rottura fra Mauro Zarate e Vladimir Petkovic. Il tecnico dei capitolini non ha convocato l’argentino per scarso impegno negli allenamenti: il bomber rischia il posto in vista di gennaio

cannavaro_zarate_napoli_lazioR400
Un'immagine di un precedente tra le due squadre (Infophoto)

CALCIOMERCATO – Nuovo caso Mauro Zarate in quel di Formello, centro di allenamento della Lazio. L’attaccante argentino, tornato nella capitale dopo la magra esperienza fra le fila dell’Inter, è stato escluso dalla lista dei convocati in vista del match in programma quest’oggi contro il Pescara. Si tratta di una scelta tecnica, non derivante da qualche problema comportamentale. L’allenatore Vladimir Petkovic ha infatti visto l’argentino scarico negli ultimi allenamenti; una decisione forse più umiliante di quella disciplinare anche perché il tecnico biancoceleste ha deciso di allargare i convocati a ben 23 elementi, tenendo conto della panchina lunga. In poche parole, andando ad analizzare la lista dei selezionati, si scopre come Petkovic porterà all’Adriatico di Pescara tutti gli effettivi ad eccezione dei 4 infortunati (Brocchi, Diakite, Ederson e Radu) nonché dei tre fuori rosa (Foggia, Matuzalem e Sculli). Zarate è dunque l’unico non disponibile per il match contro gli abruzzesi per motivi “diversi” ed è chiaro e palese come in questo momento l’albiceleste sia all’ultimo posto nelle preferenze del tecnico. Una notizia che non è stata accompagnata (come spesso accaduto in passato), da segnali d’allarme, ma che è arrivata come un fulmine a ciel sereno dopo la rifinitura di Formello del primo pomeriggio di ieri. e che apre ovviamenti a svariati scenari di calciomercato. Trattasi di una scelta di Petkovic, presa in autonomia, e neanche la società ne era al corrente. L’ex Young Boys non ha gradito l’impegno dimostrato da Zarate negli allenamenti degli ultimi giorni ed ha così deciso di non convocarlo per la delicata trasferta in Abruzzo. La goccia che ha fatto traboccare il vaso, da come si mormora, l’atteggiamento tenuto dallo stesso attaccante durante la recente sfida di Europa League contro il Maribor nella quale, sceso in campo a 10 minuti dalla fine, l’ex Inter ha tenuto un atteggiamento di sufficienza che ha spazientito anche il pubblico di casa dell’Olimpico, da sempre al fianco del proprio idolo argentino. Naturalmente Zarate non ha preso bene la non convocazione ed ha abbandonato Formello assieme al suo manager Ruzzi senza proferire parola. E tale situazione non può che gettare nuove ombre sul futuro laziale del diretto interessato, da sempre un punto interrogativo della dirigenza: trattenerlo o cederlo nel calciomercato di gennaio?

Difficile che Lotito regalerà un’altra chance al proprio pupillo ma l’elevato ingaggio e i 20 milioni di euro investiti nel suo acquisto complicano e non poco la cessione dello stesso Zarate, e soprattutto, ci sarà qualche altra squadra che vorrà credere in lui?



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori