LAZIO-ROMA/ Damascelli: derby importante per la città, meno per la classifica (esclusiva)

- int. Antonio Damascelli

Il giorno tanto atteso del derby Lazio-Roma è arrivato: una partita attesissima, e che potrebbe dare la svolta alla stagione di chi lo vincesse. L’opinione di TONY DAMASCELLI.

brocchi_de_rossi_derbyR400
Foto Infophoto

E’ arrivato il giorno del derby della Capitale, una partita sentitissima dalle due tifoserie. Lazio e Roma arrivano a questa partita con alti e bassi negli ultimi precedenti. La Lazio appare ultimamente in calo in campionato (un punto nelle ultime tre partite e batosta a Catania domenica scorsa), ma giovedì ha consolidato il primato nel girone di Europa League con la bella vittoria contro il Panathinaikos (clicca qui per il punto di vista biancoceleste di Rambaudi). La Roma si è risollevata da due sconfitte consecutive con una bella e convincente vittoria contro il Palermo (clicca qui per il punto di vista giallorosso di Carboni). Derby quindi incertissimo, per due squadre che puntano tutte e due a disputare un campionato importante, in cui magari un posto in Champions League sarebbe un obiettivo da raggiungere. Del resto la situazione in classifica di Lazio e Roma è all’incirca uguale: 19 punti per la Lazio quinta in classifica, 17 per la Roma sesta. Vincere la stracittadina potrebbe quindi dare la svolta a chi riuscisse a farlo, rafforzando anche la posizione di Petkovic e Zeman, che per motivi diversi non hanno ancora convinto del tutto. Per parlare del derby della capitale abbiamo sentito uno dei più esperti e competenti giornalisti sportivi italiani, Tony Damascelli. Eccolo in questa intervista per ilsussidiario.net.
Lazio-Roma: chi arriva meglio al derby? Entrambe arrivano da una vittoria. Questo conta moltissimo, soprattutto per la della Lazio che, oltre a aver fatto una buona prestazione contro i greci, ha potuto pensare al derby solo da venerdì in avanti. Questo è un vantaggio notevole.
Chi saranno gli uomini chiave della partita? Direi Klose e Osvaldo. La Lazio ha il vantaggio di subire meno gol, e le partite si vincono innanzitutto così. Questo è un vantaggio importante rispetto al reparto difensivo della Roma, che ha tanti problemi.
Sarà una sfida anche sulle panchine tra Zeman e Pektovic? Non direi: sono i giocatori che scendono in campo e che decidono le partite.
Quanto conta vincere o perdere il derby a Roma? Tantissimo per la città e i tifosi, pochissimo però per la classifica.
Purtroppo però il derby fa notizia anche per i problemi di ordine pubblico…

Il calcio è l’unico sport che ha questo problema. Una cosa che non riguarda solo l’Italia, ma anche la stessa Inghilterra, dove si dice che la violenza dei tifosi sia stata risolta, ma si picchiano lontano dagli stadi.
Il suo pronostico su questo derby della Capitale qual è? Come dicevo prima la Lazio parte favorita, per la tranquillità con cui si è preparata al derby, anche se nel calcio non si può mai dare niente per scontato.

 

(Franco Vittadini)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori