CALCIOMERCATO/ Lazio, Orsi: Ylmaz, peccato non averlo preso. Zarate, gestione non ottimale… (esclusiva)

- int. Fernando Orsi

In esclusiva a Ilsussidiario.net, Fernando Orsi, ex portiere di Lazio e Inter, ha parlato del momento biancoceleste e anche del mercato della Lazio in vista di gennaio..

mauro_zarate_lazio_corsa_r400
Mauro Zarate - Infophoto

La vittoria contro la Roma ha sicuramente dato una spinta d’entusiasmo notevole alla Lazio di Petkovic, che sabato dovrà affrontare un altro match difficile contro la Juventus a Torino (senza Mauri e Lulic squalificati). Intanto i dirigenti laziali pensano al calciomercato di gennaio dove dovranno sfoltire il parco attaccanti e cercheranno di aumentare la qualità della rosa di mister Petkovic. Il tecnico serbo sta facendo sicuramente bene in questa prima parte di stagione, i tifosi sperano di poter vedere una Lazio agguerrita in vista del match di Torino anche se non sarà facile uscire indenni dallo Juventus Stadium. In questi giorni si parla molto del futuro di Mauro Zarate, attaccante argentino che non trova spazio nell’undici titolare. La Lazio potrebbe anche cederlo visto che su di lui ci sono molti club interessati, in particolare in Russia dove lo Spartak Mosca ha deciso di puntare proprio su Maurito. Ma in attacco la Lazio dovrebbe cercare un vice Klose o un giocatore da poter affiancare al tedesco. Per parlare della Lazio e dei movimenti di mercato dei biancocelesti abbiamo intervistato in esclusiva a Ilsussidiario.net Fernando Orsi, ex portiere della Lazio.

La vittoria nel derby può dare una spinta in più alla Lazio per affrontare la Juventus a Torino? Io credo di sì, perché ha rianimato una squadra che veniva dal brutto k.o. di Catania.

Il match contro la Juventus è un altro esame di maturità per la Lazio. E’ d’accordo? Assolutamente si, la Lazio deve pensare positivamente, a Torino può anche compiere l’impresa.

Cosa manca alla Lazio per colmare il gap con i bianconeri? La Juventus ha una rosa più ampia, la Lazio no. Purtroppo non sempre i sostituti sono all’altezza dei titolari.

Diakité e Matuzalem non crede che potrebbero aiutare Petkovic? Penso di siì purtroppo sono due giocatori importanti e sarebbe un peccato mandarli via.

La Lazio punta troppo su Klose. Vista l’età del tedesco, non sarebbe il caso di puntare su un degno erede? Sostituire Klose è difficile per tutti, però la Lazio in estate stava puntando Ylmaz che è davvero un ottimo attaccante. Peccato non sia arrivato.

Zarate potrebbe andare via. E’ d’accordo sulla scelta della società? Onestamente non sono contento della gestione dell’argentino. E’ vero, lo stesso Zarate non si è rinnovato nel corso degli anni, ma in questa stagione sta giocando poco e non mi sembra una buona cosa.

Anche Floccari potrebbe andare via…

Un altro giocatore che purtroppo vede poco il campo. Ma questo deriva dal modulo della Lazio che prevede una sola punta.

Quanto è cresciuto Candreva in questi anni? Tantissimo, perché ha trovato la propria dimensione e soprattutto una squadra che lo fa giocare con continuità. Si era un po’ perso in questi ultimi anni, finalmente sta dimostrando il suo talento.

Ieri in Nazionale ha fatto bene così come Balotelli. Quando maturerà il giovane attaccante? Dipende da lui. Mario ha trovato in Mancini un padre, eppure anche lui ultimamente si è infuriato con Balotelli. Gli manca solo la maturità perché a livello tecnico è un fenomeno.

 

(Claudio Ruggieri)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori