SS LAZIO/ Dias fuori due mesi: scocca l’ora di Ciani

Il difensore francese è in rampa di lancio, visto anche l’infortunio occorso ad Andrè Dias, di cui presto verrà valutata l’entità. L’ex Bordeaux vuole dimostrare il suo valore…

19.11.2012 - La Redazione
ciani_radu_lazio_r400
Radu - Infophoto

La Lazio perde Andrè Dias ma ritrova Mickael Ciani. Il difensore brasiliano è uscito anzitempo nel match di sabato scorso con la Juventus. Gli esami effettuati oggi hanno evidenziato quello che si temeva: si tratta di lesione tra il primo e il secondo grado all’adduttore della gamba destra (insieme a lui in infermeria è finito lo sfortunatissimo Brocchi, che ne avrà per tre settimane). Quella di Dias è un’assenza pesante: nelle ultime tre stagioni è stato insieme a Biava il pilastro della retroguardia della Lazio, che anche grazie a una solidità difensiva non indifferente ha sfiorato per ben due volte i preliminari di Champions League. Petkovic può comunque consolarsi con Mickael Ciani: il francese, arrivato quest’estate dal Bordeaux, è costato pochissimo al presidente Claudio Lotito, circa un milione e mezzo di euro. Una cifra molto contenuta, dovuta al suo status contrattuale (era in scadenza con il suo ex club). Adesso Ciani avrà nuovamente occasione per dimostrare il suo valore, e stavolta dal primo minuto. Al suo ingresso in campo, sabato, aveva fatto piuttosto bene, dopo un avvio incerto; ha anche dimostrato una buona intesa con Biava, e sono loro due che con tutta probabilità scenderanno in campo giovedi sera contro il Tottenham, a meno che Petkovic non voglia affidarsi a Cana. In caso di successo, la Lazio potrebbe festeggiare davanti ai propri tifosi il primato matematico nel suo girone, e avanzare ai sedicesimi di finale, traguardo già ottenuto lo scorso anno da Edi Reja. Un appuntamento importante, di quelli assolutamente da non fallire. Lì dietro ci penserà Ciani a tenere a bada gli avanti degli ‘Spurs’. La sua intenzione è quella di dimostrare che Lotito ha fatto bene a puntare su di lui. Cresciuto con il mito di Lilian Thuram, questo ragazzone dal fisico imponente si è ben disimpegnato contro Juventus e, in precedenza, Panathinaikos, e ora vuole continuare il filotto di belle prestazioni. Finora ha avuto più spazio in Europa che in campionato, ma l’infortunio di Dias gli offre una ghiottissima opportunità. Ha a disposizione due mesi per scalare le gerarchie di Petkovic e mantenere il posto da titolare anche quando Andre Dias tornerà disponibile: sta a lui e a quello che riuscirà a mettere in campo. Senza dimenticare che la Lazio ha sempre a disposizione un certo Diakitè, che ormai ha recuperato dall’infortunio subìto in estate. Il ragazzo, come si sa, è da tempo in rotta con la società per motivi contrattuali, ma la dirigenza biancoceleste si fida talmente dell’allenatore da avergli lasciato…

… carta bianca in merito alla gestione del centrale. Se al tecnico servirà un elemento come lui, che lo impieghi pure. A gennaio poi, in sede di calciomercato, si faranno le valutazioni più opportune sul futuro di Diakitè, che nei mesi scorsi era stato accostato un po’ a tutte le big del nostro calcio, con la Juventus in testa. La Lazio però avrà ancora bisogno del francese nell’immediato futuro: poi, si vedrà.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori