PAGELLE/ Lazio-Inter (1-0): i voti della partita (17esima giornata di Serie A)

- La Redazione

Lazio-Inter è stata una partita a corrente alternata con fiammate improvvise ed emozioni violente. Klose ancora una volta ha deciso la gara. Le pagelle di Lazio-Inter: i voti della partita

lazio_klose_hernanes_lulicR400
infophoto

Anticipo serale della diciassettesima giornata della Serie A Tim 2012/2013: la partita tra Lazio e Inter, che si è giocata alla Olimpico di Roma, si è conclusa con il risultato di 1 a 0 a favore dei padroni di casa. In gol per i biancocelesti è andato Klose al 37’della ripresa segnando il gol vittoria per la squadra allenata da Petkovic.
partita noiosa per tutta la prima ora nella quale ci sono stati molti errori e le squadre hanno provato più a difendersi piuttosto che ad attaccare. Nell’ultima mezz’ora l’Inter ha provato ha vincere per la stanchezza dei padroni di casa, ma poi ha subito gol su una ripartenza dei padroni di casa e nonostante due pali colpiti non è riuscita a pareggiare la partita.
: buona partita dei padroni di casa, che portano a casa una vittoria che in realtà non sarebbe meritata. Il pareggio sarebbe il risultato più giusto. Però nella prima ora di gioco i biancoceleati fanno il gioco con il possesso di palla senza creare troppe occasioni pericolose; nell’ultima mezz’ora subiscono la reazione dell’Inter,ma in contropiede trovano il gol e poi si difendono con caparbietà riuscendo a portare a casa i tre punti.
gli uomini di Stramaccioni non meriterebbero la sconfitta, almeno il pareggio si. Il problema è che l’Inter ha giocato solo mezz’ora, quella finale, in cui ha rischiato di segnare almeno in 4 occasioni colpendo anche due pali; nella prima ora però non ha fatto granché e questo lo ha pagato e ha subito una sconfitta immeritata. 
abbastanza bene, però poi fischia un fallo di Milito inesistente, con Cassano lanciato a rete; e da quella azione nasce il vantaggio della Lazio che rovina anche la sua prestazione.

Marchetti, 7: compie almeno due miracoli che sono su Nagatomo e Cassano che salvano la Lazio nel momento di maggiore difficoltà.
Konko, 6: spinge nel primo tempo, nella ripresa subisce Cassano e Nagatomo, ma non molla sulla cattiveria e sull’attenzione.
Biava, 6,5: fa sparire Milito che non combina nulla in tutta la partita. Controlla bene la sua posizione e evita pasticci.
Ciani, 6: tanta forza fisica e buona lucidità nelle fasi difficili. Si salva nel finale sul pressing dell’Inter.
Radu, 6: prova a spingere, ma poi soffre Guarin che spinge dalla sua parte e quindi mantiene molto la sua posizione per non esporsi ai contropiedi avversari.
Ledesma, 6: fa girare il centrocampo senza fare nulla di particolare. Non sbaglia quasi mai i palloni.

Mauri, 6,5: offre un assist delizioso per Klose che segna con un gran gol; poi tanta corsa e tanta intensità.
Hernanes, 5: prova spesso il tiro senza mai centrare la porta; sbaglia alcuni passaggi ed è poco illuminato. 
(Dias, dal 87′ del s.t., senza voto).
Gonzales, 6: tanto pressing e intensità,mette anche alcuni buoni palloni per Klose dalla destra, non esagera ma svolge il suo compito con utilità.
Lulic, 5,5: ci prova a spingere ma non crea mia pericoli perché si infrange sempre su Zanetti. Sostituito. 
(Candreva, dal 67′ del s.t., 6: entra e prova a segnare con un tiro dalla distanza. Soffre nel finale con tutta la squadra).
Klose, 7: ottima partita, mette sempre in difficoltà i difensori avversari, sbaglia una prima occasione, ma poi si inventa una meraviglia che gli permette di far portare a casa i 3 punti alla sua squadra. 
(Floccari, dal 85′ del s.t., senza voto).
All. Petkovic 6,5: ci prova a vincere con il gioco, ci riesce in contropiede quando la sua squadra soffriva. È un ottimo risultato, anche un po’ fortunoso, ma non deve dimostrare più niente a nessuno.

Handanovic, 5,5: sbaglia sul gol di Klose, su cui è impreciso, poi per il resto non rischia mai.
Nagatomo, 5,5: sbaglia un gol, poi spinge con continuità, ma poi per il resto non combina mai niente di buono.
Ranocchia, 5: si perde sul gol Klose, lo perde in un’altra occasione e poi sbaglia con certe occasioni.
Samuel, 6: controlla bene la sua zona, si prende un giallo e poi continua con l’ordinaria amministrazione.
Pereyra, 5,5: soffre spesso le incursioni avversarie, poi non spinge mai in avanti e non prende mai iniziative.
Zanetti, 6: buona prestazione in fase difensiva, nel quale blocca Candreva e prima Lulic. Poi però in avanti non accelera mai.

Gargano, 5: a centrocampo non azzecca un passaggio e non rompe mai il gioco avversario.
Cambiasso, 5,5: soffre a centrocampo, perde palloni e poi sbaglia tanto in copertura. 
(Palacio, dal 60′ del s.t., 5: entra ma non incide e non combina nulla sotto porta).
Guarin, 7: colpisce un palo, gioca tantissimi palloni, accelera, recupera e rischia più volte il gol. Grande prestazione.
Cassano, 6,5: non illumina con continuità, quando si accende nella ripresa fa nascere occasioni importanti, ma è discontinuo anche per la difesa aggressiva della Lazio che lo raddoppia costantemente
Milito, 5: non tocca un pallone e non è mai pericoloso sotto porta. Inesistente stasera.
All. Stramaccioni, 5,5: mette Palacio, ma non incide, poi ci mette troppo a fare troppo i cambi che sono fatti in ritardo, rispetto a come giocava la squadra. 

(Matteo Lambicchi)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori