PAGELLE/ Sampdoria-Lazio (0-1): i voti della partita e il tabellino con marcatori e ammoniti (serie A, 18esima giornata)

- La Redazione

Ecco le pagelle di Sampdoria-Lazio 0-1, partita della diciottesima giornata del campionato di serie A: tutti i voti dell’incontro e il tabellino con marcatori e ammoniti. Decide Hernanes

de_silvestri_mischioneR400
(INFOPHOTO)

La Lazio batte a domicilio la Sampdoria per 1-0 e sale a quota 36 punti nella classifica del campionato, giunto alla diciottesima giornata e pronto a fermarsi per le feste natalizie: per i biancocelesti questi tre punti significano un eccellente secondo posto in classifica. Di certo nessuno vorrà parlare di ‘anti-Juventus’, ma la Lazio oggi sarebbe in Champions League, e senza nemmeno passare dai preliminari. La Sampdoria invece ripiomba nell’incubo: la terza sconfitta consecutiva ricaccia i doriani in una posizione scomodissima di classifica (con 17 punti hanno solamente due lunghezze di vantaggio sulla zona retrocessione). Per Delio Rossi – grande ex della partita – il lavoro a Genova si annuncia davvero impegnativo. La Lazio aveva chiuso in vantaggio la prima frazione di gioco grazie alla rete messa a segno dal ‘Profeta’ brasiliano Hernanes al 31′ minuto, sbrogliando una mischia nell’area blucerchiata con un tiro pure deviato da Gastaldello, che ha così messo fuori causa il portiere Romero. Nel secondo tempo il punteggio non è più cambiato, e quindi il Natale sarà felice per la formazione allenata da Vladimir Petkovic, che trascorrerà le feste più in alto di quanto si potesse pensare.

Questo incontro francamente non passerà alla storia del calcio. Non molte emozioni, hanno vinto le difese sugli attacchi. La lazio ha trovato un gol ‘sporco’ in mischia e poi ha saputo capitalizzarlo nella maniera migliore, dando una bella dimostrazione da grande squadra che poi non ha sofferto eccessivamente. Per lo spettacolo, però, sarà meglio darci un nuovo appuntamento al 2013…

I blucerchiati non riescono mai davvero a mettere in difficoltà i biancocelesti ospiti, anche se iniziano la partita meglio della Lazio. Se non possiamo dire che la squadra di Delio Rossi sia stata sovrastata, è però certamente ed altrettanto vero il fatto che la Sampdoria sia stata sostanzialmente ridotta all’impotenza. Riuscire a segnare si sta rivelando un problema molto serio per i doriani, che pagano tutti i problemi che stanno attraversando i loro attaccanti.

Come si accennava prima, la Lazio ha vinto senza soffrire troppo, e questo è sempre un aspetto molto importante per una squadra che vuole ambire alle posizioni più importanti della classifica. Certo, il gioco continua ad essere non molto convincente, ma segnare un gol alla Lazio si conferma essere un’impresa, che nelle ultime tre giornate di campionato non è riuscita a nessuno. Elogio della solidità, forse è l’anima “svizzera” del poliglotta Vladimir Petkovic.

Partita senza episodi clamorosi. Rischia però Biava, per un fallo su Eder quando era già ammonito. Comunque, non possiamo dire che l’arbitro abbia inciso sul risultato: e questa è sempre una nota di merito per un direttore di gara.

 

ROMERO 6 – Sostanzialmente incolpevole sul gol, per il resto nulla di clamoroso da segnalare.

BERARDI 6 – La difesa è forse il settore più convincente dei doriani. Berardi fa il suo.

(DE SILVESTRI 6 -Dentro per fornire più spinta contro la sua ex squadra. Ci prova, anche se i risultati non sono memorabili).

GASTALDELLO 5,5 – Balla un po’ troppo, e causa anche una “mezza” autorete, anche se si tratta più di sfortuna che di colpa in questo caso. Sfiora il gol che avrebbe potuto riscattarlo.

ROSSINI 6 – Non soffre eccessivamente gli assalti dell’attacco laziale.

COSTA 6 – Anche per lui una prestazione dignitosa, che contribuisce a non rendere troppo facile la vita della Lazio.

MUNARI 6 – Non fa mancare il suo contributo. Dignitoso.

KRSTICIC 5,5 – Non convince molto nel primo tempo, e infatti Rossi sacrifica proprio lui per provare a cambiare le sorti della partita.

(SORIANO 5,5 -Entra e dopo un minuto si fa ammonire. Questo è il segno più profondo che lascia sulla partita).

OBIANG 5,5 – Paga una certa imprecisione: poteva fare meglio.

POLI 5,5 – Fa quello che può, ma il ruolo di trequartista non è esattamente il suo pane. Non molto tempo fa in quella zona agiva un certo Cassano per la Sampdoria…

EDER 5,5 – Ci aspettavamao qualcosa di più dal brasiliano, che invece non riesce a lasciare un segno memorabile sulla partita. Parte bene, ma si spegne in fretta.

ICARDI 5,5 – Non riesce ad incidere: l’attacco per la Sampdoria è un problema.

(POZZI 5,5 – Il suo ingresso non determina grosse novità eispetto alla situazione precedente).

ALL. ROSSI 5,5 – Ci sarà da lavorare per il nuovo mister doriano. La sosta arriva decisamente propizia.

MARCHETTI 6,5 – Guida con sicurezza una difesa che non ha una vita eccessivamente difficile.

KONKO 6 – Attento sia in fase difensiva sia in quella di spinta. Utile.

BIAVA 6 – La difesa fa il suo dovere con buona sicurezza oggi.

DIAS 6,5 – Si sa spingere anche in avanti.

RADU 6 – Conferma che il suo rientro è importante per la Lazio. Sicuro.

LEDESMA 6,5 – Regista della squadra che governa la partita. Non molto appariscente, ma decisamente importante per Petkovic.

MAURI 6 – Meno positivo che in altre circostanze, ma si fa comunque valere.

(CIANI sv).

HERNANES 6,5 – Non è la sua migliore giornata, ma la classe non si discute. In più, decide la partita con un guizzo importante.

(CAVANDA sv).

GONZALEZ 6 – Non fa mancare il suo significativo contributo alla causa biancoceleste.

LULIC 6 – Potrebbe valere lo stesso discorso: anche Lulic è stato un buon tassello di questo prezioso successo.

KLOSE 6 – Oggi un pochino in ombra rispetto al solito, ma con la sua sola presenza incute timori agli avversari. Imprescindibile anche così.

(FLOCCARI sv).

ALL. PETKOVIC 6,5 – Per lo spettacolo magari è meglio ripassare, ma la sua Lazio dà una grande dimostrazione di forza e di solidità.

 

 

 Romero; Berardi (dal 13′ s.t. De Silvestri), Gastaldello, Rossini, Costa; Munari, Krsticic (dal 1′ s.t. Soriano), Obiang; Poli, Eder, Icardi (dal 23′ s.t. Pozzi). All. Rossi. (A disp.: Berni, Estigarribia, Renan, Maresca, Castellini, Mustafi, Poulsen, Palombo, Juan Antonio).

 Marchetti; Konko, Biava, Dias, Radu; Ledesma; Mauri (dal 43′ s.t. Ciani), Hernanes (dal 37′ s.t. Cavanda), Gonzalez, Lulic; Klose (dal 45′ s.t. Floccari). All. Petkovic. (A disp.: Bizzarri, Carrizo, Scaloni, Kozak, Diakitè, Rozzi, Brocchi).

Arbitro: Rizzoli.

Marcatori: Hernanes (L) al 31′ p.t.

Ammoniti: Lulic (L), Soriano (S), Biava (L), Gonzalez (L), Obiang (S).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori