CALCIOMERCATO/ Lazio, anche il Wolfsburg è su Olic

- La Redazione

Nuova concorrente per la formazione biancoceleste nella corsa al centravanti croato. Intanto incombe l’impegno di Europa League contro l’Atletico del grande ex Simeone…

ivica_olic_r400-1
Ivica Olic (Infophoto)

Nuova concorrente per la Lazio nella corsa a Ivica Olic. L’attaccante del Bayern Monaco, in scadenza di contratto la prossima estate, è finito, infatti, nel mirino del Wolfsburg, come riferito dal quotidiano tedesco WAZ. Pare che il croato sia molto vicino a trovare un accordo con il club biancoverde, spiazzando così i biancocelesti e il Borussia Dortmund, le squadre che con più insistenza avevano provato a corteggiare il giocatore. Il patron Lotito, in particolare, aveva pensato ad Olic come l’elemento ideale per aggiungere forza ed esperienza internazionale al reparto offensivo, in cui non è andato a buon fine l’esperimento Cisse. A raccomandare l’acquisto dell’esperto bomber, era stato il suo ex-compagno Miroslav Klose, convinto che il collega avrebbe potuto dare un ottimo apporto alla causa degli aquilotti. Adesso, però, si fa dura, e chissà se la Lazio proverà il rilancio, oppure deciderà di guardare altrove. Per l’immediato, comunque, il pensiero di tutto l’ambiente è rivolto all’imminente sfida di Europa League contro l’Atletico Madrid. All’Olimpico arriverà il grande ex Diego Simeone, che ha rimesso in sesto i colchoneros dopo una difficile prima parte di stagione. Che il ‘Cholo‘ sarebbe diventato un bravo allenatore era una facile previsione, almeno stando a sentire le parole dei suoi ex-compagni dei tempi della Lazio, tra cui spicca un entusiasta Sergio Conceicao (oggi alla guida dell’Olhanense). “Quando giocava si comportava già come un allenatore in campo”, ricorda il portoghese, come riportato oggi dal quotidiano Il Messaggero. Simeone era una voce molto ascoltata nello spogliatoio, era uno – aggiunge – che “dava consigli tattici, stimolava tutti, cercava di trasmettere la sua forza”. L’argentino era uno che non accettava la sconfitta nemmeno nelle partitelle degli allenamenti, rivelando così la sua essenza di vincente. Evidentemente, i giocatori dell’Atletico, rigenerati dal suo arrivo, hanno saputo apprendere la lezione nel migliore dei modi. Meglio per loro, peggio per la Lazio, peraltro caricata a dovere da Edy Reja, che l’ha definita una formazione da Champions. E da Champions dovranno giocare i biancocelesti giovedì sera, per cercare di mettere fieno in cascina in vista della qualificazione.

Far bene in Europa e in Italia: Reja, di sicuro, non vuole lasciare nulla di intentato.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori