PALERMO-LAZIO/ Probabili formazioni e ultime notizie (Serie A ventiquattresima giornata)

- La Redazione

In campo al Barbera alle ore 20.45: i rosanero vogliono confermare il loro ottimo score casalingo, al cospetto di una Lazio amareggiata dal ko con l’Atletico…

edy_reja_volto_lazio_r400
Edy Reja (Infophoto)

Stasera, alle ore 20.45, il Barbera ospiterà l’attesa sfida tra Palermo e Lazio. I rosanero arrivano dalla deludente sconfitta di Cagliari ma contano di riprendere subito la marcia: in casa, infatti, raramente falliscono. La formazione di Bortolo Mutti arriva da una serie di tre vittorie casalinghe di fila: l’obiettivo è centrare il poker, al cospetto di una Lazio incerottata e reduce dal ko in Europa League contro l’Atletico Madrid, che sembra aver compromesso del tutto le possibilità di qualificazione. In casa biancoceleste l’emergenza continua: assenti per squalifica Diakitè e Konko e, per problemi fisici assortiti, i vari Biava, Radu, Brocchi, Cana e Rocchi. Edy Reja è riuscito a recuperare perlomeno gente come Andrè Dias, Stankevicius e Lulic, che figurano nell’elenco dei convocati al pari dei Primavera Berardi, Sbraga, Zampa e Gonzalo Barreto. Il modulo di partenza sarà un inedito 3-5-2; davanti a Marchetti, verrà schierato Ledesma nel ruolo di difensore centrale, alla De Rossi, con Zauri e Dias ai lati (ma c’è qualche chance anche per il lituano Stankevicius). Sulle fasce spazio a Gonzalez e Garrido, visto che Lulic, non al meglio, dovrebbe iniziare dalla panchina, in mezzo toccherà a Matuzalem e Candreva assistere il Profeta Hernanes, pronto a staccarsi dal centrocampo per assistere l’irrinunciabile Klose e il neo-acquisto di gennaio Emiliano Alfaro, all’esordio dal primo minuto. In panchina si rivedrà, dopo mesi, anche Stefano Mauri, che potrebbe disputare uno scampolo di gara, al pari di Libor Kozak. Tanti problemi per la Lazio, che in campionato arriva dalla vittoria strappacuore ai danni del Cesena, molto più tranquillo, invece, il Palermo, che deve rinunciare al solo Bacinovic. Mutti schiererà i suoi secondo il consueto 4-3-1-2, con lo sloveno Ilicic alle spalle di Budan e Miccoli – ma con uno scalpitante Abel Hernandez pronto a fare il suo ingresso – il terzetto Migliaccio-Donati-Barreto a metà campo, linea difensiva a quattro con Pisano e Balzaretti sulle fasce e il duo Silvestre-Mantovani al centro. La gara sarà anche un confronto diretto tra i due portieri Emiliano Viviano e Federico Marchetti, entrambi in corsa per una maglia a Euro 2012, anche se non sarà facile scalzare la nutrita concorrenza (con De Sanctis e Sirigu in pole come vice-Buffon).

 

 

Viviano; Pisano, Silvestre, Mantovani, Balzaretti; Migliaccio, Donati, Barreto; Ilicic; Budan, Miccoli. All.: Mutti

A disp.: Tzorvas, Aguirregaray, Munoz, Bertolo, Vazquez, Zahavi, Hernandez.

Squalificati: nessuno

Indisponibili: Bacinovic

 

Marchetti; Zauri, Ledesma, Dias; Gonzalez, Matuzalem, Hernanes, Candreva, Garrido; Klose, Alfaro. All.: Reja

A disp.: Bizzarri, Scaloni, Stankevicius, Lulic, Mauri, Barreto, Kozak.

Squalificati: Konko (1), Diakitè (1)

Indisponibili: Biava, Radu, Brocchi, Cana, Rocchi

 

Arbitro: De Marco di Chiavari

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori