CALCIOMERCATO/ Lazio, per Diakitè si riapre il discorso rinnovo?

Il punto sulla trattativa per il rinnovo del difensore: ci sarebbero piccoli segnali di riapertura, che farebbero sperare in un futuro ancora biancoceleste per il centrale francese…

13.09.2012 - La Redazione
modibo_diakite_r400
Foto Infophoto

Segnali positivi quelli che arrivano da Formello: la Lazio e Modibo Diakitè sembrano essersi riavvicinati. Finora la trattativa per il rinnovo contrattuale del difensore non aveva portato a niente, se non a tensioni tra il club e il giocatore che erano sfociate nella decisione di escludere Diakité dalla lista per l’Europa League. Le parti, a livello economico, restano distanti, ma se non altro hanno ricominciato a parlarsi, seppure a distanza o tramite i media. “La nostra priorità è la Lazio. Ci sono ancora i margini per un rinnovo”, ha dichiarato l’agente di Diakitè, Ulisse Savini, ai microfoni di Radio Manà Manà. Le cifre in ballo, però, sono sempre quelle. Il ragazzo vorrebbe un milione di euro all’anno più bonus, per prolungare l’accordo, gli aquilotti sono fermi a 700mila euro. Il presidente Lotito, parlando l’altro ieri della vicenda, si era quasi sbilanciato: “Mi farebbe piacere che Diakitè firmasse, è una mia creatura e ci tengo”. Il difensore nella scorsa stagione è stato una pedina importante per la Lazio, segnando anche un gol che – pur rivelandosi inutile ai fini della qualificazione in Champions League – aveva lanciato i biancocelesti nella corsa al terzo posto. Lo stesso Savini ci ha poi tenuto a chiarire che, a suo avviso, non siamo in presenza di “una situazione drammatica”, per cui un accordo a metà strada si può trovare. Sempre che ci si chiarisca sulle cifre, però. “Ripeto, le possibilità di una chiusura positiva ci sono, forse non avverrà in tempi brevi”, è il chiarimento dell’agente di Diakitè, che forse teme che si vada troppo per le lunghe. Con il nuovo anno, comunque, qualcosa potrebbe muoversi. “Se a gennaio ci dovessimo trovare nella stessa situazione, continueremmo a valutare qualsiasi offerta”. Il francese, ad ogni modo, prenderebbe in considerazione l’idea di una partenza solo in caso di offerte provenienti da club più blasonati, con la possibilità di disputare la Champions League; ecco perchè Lotito si era tanto arrabbiato con il suo giocatore. Diakité ha rifiutato tutte le proposte arrivate dalla sua società, pertanto il patron biancoceleste sospettava che dietro ci fosseuna big, ovvero la Juventus che era alla ricerca di un centrale di difesa. Marotta però ha sempre smentito, e anche ieri ha ribadito che Diakité non interessa ai bianconeri. Ha smentito anche Savini: con le grandi, ha detto, si è parlato solo di un possibile approdo del suo assistito al Milan, in un ipotetico scambio con Mesbah, “ma la trattativa non intrigava i club”. Come non ha intrigato l’idea di…

Scambiare Diakitè con Borriello, un discorso appena accennato e subito tramontato con la Roma. Solo la Fiorentina, a quanto pare, avrebbe fatto tentennare il ragazzo. A gennaio, in caso di mancato rinnovo, si vedrà: Juventus, Inter e Milan restano alla finestra.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori