CALCIOMERCATO/ Lazio, delusione Zarate. E Alfaro si ricandida…

Il punto sull’attacco biancoceleste: delude l’argentino, a secco anche contro il Genoa, mentre l’uruguagio, ora all’Al Wasl, si candida per un gran ritorno nella Capitale…

25.09.2012 - La Redazione
mauro_zarate_lazio_r400
Zarate (infophoto)

La Lazio è rimasta ancora una volta delusa da Mauro Zarate. E presto potrebbe diventare nuovamente un “caso” di calciomercato. L’argentino, a cui Vladimir Petkovic ha affidato un’importantissima chance dal primo minuto, contro il Genoa, ha fallito l’appuntamento. Non solo non ha giocato bene, perdendo tanti palloni e non tornando in fase di copertura, ma ha giocato con sufficienza, con approssimazione, facendo imbufalire anche i suoi sostenitori più accaniti. Insomma, Maurito è un mistero. Si pensava che con il ritorno a Formello, e con l’addio del ‘nemico’ Reja, l’argentino potesse rinascere, tornando così ad essere l’imprendibile funambolo di un paio di stagioni fa. E invece niente, il suo sembra essere proprio un talento smarrito. Petkovic, nel dopogara col Genoa, lo ha strigliato pubblicamente, dicendosi deluso dal suo rendimento. Il bosniaco non ha nascosto che così Zarate non serve proprio a questa squadra, non riuscendo a dare nè fantasia nè supporto al lavoro di squadra. Più in generale, la sconfitta con il Grifone ha detto che i biancocelesti non sembrano possedere valide alternative all’intoccabile Klose. Il tedescone ha 34 anni e ogni tanto dovrà pur riposare, ma i suoi supplenti sembrano davvero non essere all’altezza della situazione. Contro i liguri ha deluso tantissimo anche Libor Kozak, e lo stesso Rocchi, che pure è tra i più esperti, è sembrato un po’ in fase calante nelle ultime apparizioni. Rimane Sergio Floccari, uno che pure la società sembrava sul punto di vendere in estate. Alla fine il calabrese è rimasto ed ora ha la ghiottissima occasione di accreditarsi come ideale vice Klose. In attesa magari del ritorno di un sorprendente Emiliano Alfaro, prestato agli arabi dell’Al Wasl. In due gare, già quattro centri per l’uruguagio, rivelatosi un insospettabile cecchino. “E’ un killer”, ha detto di lui il tecnico Bruno Metsu. Alfaro, che si è detto felice per l’ottimo avvio della sua avventura a Dubai, è pronto a fare ritorno in Italia, con il tempo, naturalmente. “Userò questa stagione per migliorarmi a livello personale”, ha promesso l’attaccante, che dal prossimo anno (o già da gennaio?) potrebbe andare a rafforzare in maniera finalmente importante l’attacco della Lazio. Per ora avanti con Klose, e che la buona sorte lo conservi intatto. Il tedesco e il ritrovato Hernanes, schierato ora da mezzala sinistra, sono e saranno…

…i trascinatori di una Lazio che si candida ad essere l’anti Juve. Domani al San Paolo capiremo chi è più credibile per il ruolo tra gli aquilotti e il Napoli.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori