CALCIOMERCATO/ Lazio, Ferraria (ag. Fifa): Kozak-Zarate-Floccari, nessuno partirà a meno che… (esclusiva)

- int. Flavio Ferraria

In esclusiva a Ilsussidiario.net, l’agente Fifa Ferraria ha parlato del possibile addio dei vari Kozak, Zarate e Floccari. Ecco le dichiarazioni dell’agente Fifa, che conosce bene Petkovic

libor_kozak_lazio_r400
Libor Kozak (Infophoto)

In estate il presidente della Lazio Claudio Lotito è stato molto coraggioso affidando la squadra a Vladimir Petkovic, tecnico serbo che allenava il Sion in Svizzera. Il calciomercato estivo del club biancoceleste è stato organizzato in base alle necessità dell’allenatore che ha cercato in particolar modo di rinforzare il centrocampo. In attacco il perno della squadra è sempre Klose, la società ha provato ad acquistare qualche giocatore importante ma la trattativa per Ylmaz si è fermata sul più bello. Gli attaccanti a disposizione di Petkovic sono comunque tanti, da Kozak a Rocchi passando per Zarate e Floccari. Tutti giocatori che il tecnico serbo vuole provare prima di escludere prematuramente. In estate sia Floccari che Rocchi sembravano sul punto di andare via ma il primo è stato blindato da Lotito mentre il secondo, pur consapevole di partire molto indietro nelle gerarchie, ha voluto restare a Roma. Qualcuno a gennaio partità, lo ha già fatto intendere il presidente della Lazio Lotito, anche se non c’è niente di sicuro. Chi non crede alla partenza di un attaccante a gennaio è Flavio Ferraria, noto agente Fifa che ha portato Petkovic a Roma. In esclusiva a Ilsussidiario.net, Ferraria ha dichiarato: “Non sono così convinto che la Lazio lasci partire qualcuno a gennaio, il club biancoceleste gioca anche in Europa League e cinque attaccanti sono giusti“. Nessun addio anche se l’agente Fifa apre alla possibilità di una cessione solo in un determinato caso: “Solo con possibili scambi si potrebbe arrivare alla cessione di qualche giocatore. Per esempio se dovesse essere sacrificato uno tra Kozak e Zarate, oppure Floccari, sarebbe comunque sostituito da un altro attaccante“. La Lazio dunque non vuole sfoltire la rosa in attacco: lo stesso Petkovic ha dimostrato di poter anche impiegare due punte, variando dal consueto 4-5-1, come è successo nell’ultima partita contro il Genoa. Spesso e volentieri La Lazio ha giocato con il 4-2-3-1 con Klose unica punta e i tre trequartisti alle sue spalle. Lazio che non vede l’ora di vedere all’opera il brasiliano Ederson, che ancora non ha dato grandi segnali visto che è rientrato da poco da alcuni problemi fisici. L’ex Lione vuole dimostrare di essere l’uomo in più della Lazio in vista del campionato e anche dell’Europa League, una competizione a cui Lotito tiene tanto. A gennaio la Lazio potrebbe…

…fare altri investimenti in zone del campo diverse dall’attacco. Petkovic non vuole parlare di intoccabili, solo il campo dirà chi sarà in grado di giocare nell’undici titolare. Il tecnico serbo vuole primaditutto giocatori in forma.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori