CALCIOMERCATO/ Lazio, biennale per Mauri, piace il giovane Vasile

- La Redazione

Il centrocampista offensivo, Stefano Mauri, potrebbe prolungare il proprio contratto di altri due anni. L’attuale accordo scade a giugno ma i biancocelesti vorrebbero trattenere il giocatore

mauri_mani
Stefano Mauri: sarà il falso 9 della Lazio? (Infophoto)

L’avventura di Stefano Mauri con la maglia della Lazio potrebbe durare ancora molto. E’ di queste ore infatti la notizia che vede il centrocampista biancoceleste pronto a rinnovare il proprio contratto di altri due anni. Attualmente il classe 1980 monzese è fermo ai box per la nota squalifica legata alle vicende sul calcioscommesse, ma il giocatore si sta allenando a testa bassa, giorno dopo giorno, con la speranza che la pena inflittagli di nove mesi venga ridotta. La Lazio, però, non sembra essere particolarmente sconfortata da tale situazione, e come dicevamo sopra, starebbe pensando di trattenere per altri due anni il giocatore, ritenuto un elemento basilare dello scacchiere. Se così fosse, Mauri potrebbe quindi chiudere la propria carriera da calciatore fra le fila dei biancocelesti. Attualmente il brianzolo percepisce attorno al milione di euro, ma l’idea del presidente Claudio Lotito è quella di prolungare l’accordo a cifre minori.

Nel frattempo è spuntato un nome nuovo sul taccuino del direttore sportivo Igli Tare. Si tratta precisamente di Nicolae Vasile, giovanissimo talento classe 1995. Di origini rumene, non ancora 18 enne (li compie il 29 dicembre prossimo), il giovane milita nel ruolo di terzino sinistro fra le fila del Rapid di Bucarest ed è un nazionale Under-19. Stando a quanto riporta la stampa rumena, e precisamente Prosport.ro, la Lazio sarebbe subentrata alla Roma nella corsa al giovanissimo calciatore. In estate i giallorossi di Rudi Garcia furono vicinissimi al suo acquisto prima però che il Rapid richiese un milione di euro, cifra che i capitolini non si sentirono di investire per un giocatore comunque di qualità ma ancora molto giovane. La Lazio potrebbe quindi “beffare” i cugini portando in Italia il ragazzo in occasione del mercato di gennaio del prossimo anno. Attualmente il valore potenziale è ancora molto basso, attorno ai 500 mila euro, e servirà tutto lo charme e la convinzione del ds Tare per provare a convincere la squadra di Bucarest ad effettuare uno sconto rispetto alla scorsa estate.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori