Probabili formazioni/ Legia Varsavia-Lazio, le ultime novità (Europa League, gruppo J)

- La Redazione

Le probabili formazioni di Legia Varsavia-Lazio, partita valida per la quinta giornata del gruppo J dell’Europa League 2013-2014: le scelte degli allenatori e le dichiarazioni di Petkovic

lazio_formazione
(INFOPHOTO)

Questa sera alle ore 19.00 si gioca Legia Varsavia-Lazio, partita valida per la quinta giornata del gruppo J della Europa League 2013-2014. Allo Stadion Wojska Polskiego della capitale polacca i biancocelesti di Vladimir Petkovic cercano la qualificazione per i sedicesimi di finale: per la matematica certezza serve la vittoria, ma se l’Apollon non vincerà contro il Trabzonspor nell’altra partita, la Lazio potrebbe addirittura permettersi di perdere. Meglio comunque cercare i tre punti, sia perché l’ambiente biancoceleste ha bisogno di serenità in un periodo non facile, segnato inoltre dalle voci su Petkovic come probabile prossimo c.t. della Svizzera, sia per continuare a puntare al primo posto, che dovrebbe dare vantaggi nel sorteggio. Impresa certamente non impossibile, visto che il Legia è ultimo con zero punti e già matematicamente eliminato. Eccovi dunque ora le ultime notizie e le probabili formazioni di Legia Varsavia-Lazio, partita che sarà diretta dall’arbitro olandese Blom.

Come si diceva, i polacchi non hanno più nulla da chiedere a questa Europa League, se non fare bella figura contro una squadra blasonata. Eppure, il Legia aveva addirittura sfiorato la qualificazione per la fase a gironi di Champions League, venendo eliminata ai playoff dalla Steaua Bucarest solo con un doppio pareggio deciso dai gol in trasferta: ma se i rumeni poi si sono difesi anche nella massima competizione (eliminati, ma con tre pareggi), i polacchi sono l’unica formazione di tutta l’Europa League ad avere raccolto soltanto sconfitte. Record poco gradito, che il Legia cercherà di evitare in questa ultima partita casalinga della loro stagione europa affidandosi a un 4-2-3-1 con un blocco polacco in difesa, mentre la fase offensiva è affidata alla punta centrale Dvalishvili assistito sulla trequarti dal trio composto da Ojamaa, Radovic e Brzyski. Tuttavia, il bilancio è sconfortante: finora nessun gol segnato nelle prime quattro giornate, e pure questo è un record negativo assoluto per questa Europa League. Zero punti e zero gol segnati: il Legia vuole almeno salvare l’onore questa sera.

A disposizione del tecnico Urban ci saranno i seguenti giocatori: il portiere Skaba, i difensori Astiz e Broz, i centrocampisti Kopczynski, Pinto e Raphael Augusto, l’attaccante Mikita.

Il Legia non è nemmeno fortunato: la lista dei giocatori indisponibili per la partita di questa sera comprende ben sette nomi, cioè i difensori Dossa Junior e Cichocki, i centrocampisti Efir e Lukasik, gli attaccanti Saganowski, Kosecki e Zyro. Situazione davvero difficile, che renderà ancora più complicato per il Legia fare risultato questa sera.

Queste sono state le parole di Vladimir Petkovic nella conferenza stampa della vigilia: “Dobbiamo proseguire la nostra marcia in Europa, e se possibile raggiungere il primo posto che è molto importante. Giocare il ritorno in casa nella fase a eliminazione diretta offre qualche privilegio. Mi aspetto un avversario tosto, anche all’Olimpico fece bene all’andata. Il Legia ha tanta corsa e velocità e con il Trabzonspor ha fatto una buona partita, tirando di più ma perdendo, così come è successo a noi diverse volte in questa stagione. Proverà a chiudere in bellezza, mettersi in mostra contro una formazione italiana perché è sempre una vetrina importante. Dovrebbero giocare i migliori in questo momento, alcuni sono un po’ acciaccati, deciderò se impiegarli. Mi aspetto una Lazio che in campo si aiuta, dobbiamo essere undici guerrieri che in ogni momento sanno cosa fare. Cercheremo di ottenere questo tutti insieme. In certi momenti bisogna confrontarsi e valutare la situazione, sappiamo che non abbiamo fatto una bellissima figura a Marassi, ma non tutto è così nero come è stato disegnato, dobbiamo e sappiamo fare meglio già a cominciare contro il Legia. Occorre fare cerchio per superare le difficoltà incontrate. Chi lavora sbaglia, ma cercherò sempre di dare il mio meglio, come giocatori e società. Sui moduli non capisco la differenza tra 4-3-3, 4-1-4-1, eccetera. Non vedo che cosa cambi e tutti questi problemi per i movimenti dei giocatori, io credo sia normale che l’assetto possa cambiare a seconda degli interpreti in campo. Ho diverse responsabilità, io e i giocatori abbiamo parlato, cercheremo di correggerci e di andare nella strada giusta”. In porta ci sarà Berisha al posto di Marchetti, acciaccato, e nella formazione titolare l’unico italiano sarà Floccari, assistito da Lulic, Hernanes e Perea che agiranno alle sue spalle in un 4-2-3-1.

Non mancheranno le alternative a disposizione di Petkovic a partita in corso: da Ciani in difesa a Onazi e Ledesma a centrocampo, da Anderson ed Ederson sulla trequarti a Keita in attacco, finalmente c’è una certa abbondanza in casa Lazio.

L’emergenza sta passando, ma comunque sono ancora pesanti le assenze in casa Lazio. Oltre alla squalifica di Mauri per il calcioscommesse, sono indisponibili Biava, Candreva e Klose. Come si può notare, un’assenza per ogni reparto, di giocatori cardine rispettivamente per la difesa, il centrocampo e l’attacco biancocelesti.

 

Kuciak; Breszynski, Rzezniczak, Jodlowec, Wawrzyniak; Vrdoljak, Furman; Ojamaa, Radovic, Brzyski; Dvalishvili. All. Urban.

A disp.: Skaba, Astiz, Broz, Kopczynski, Pinto, Raphael Augusto, Mikita.

Squalificati: nessuno.

Indisponibili: Dossa Junior, Cichocki, Efir, Lukasik, Saganowski, Kosecki, Zyro.

Berisha; Cavanda, Novaretti, Cana, Radu; Gonzalez, Biglia; Lulic, Hernanes, Perea; Floccari. All. Petkovic.

A disp.: Marchetti, Ciani, Onazi, Ledesma, Anderson, Ederson, Keita.

Squalificati: nessuno.

Indisponibili: Biava, Candreva, Klose.

 

Arbitro: Blom (Ola).

 Legia Varsavia-Lazio è una delle partite in programma per la quinta giornata di Europa League. La partita del gruppo J si giocherà domani (giovedì 29 novembre) alle ore 19:00, locali ed italiane, allo stadio Pepsi Arena di Varsavia. L’arbitro del match sarà l’olandese Kevin Blom, 39 anni. Nella sfida di andata, che ha aperto le danze del gruppo il 19 settembre scorso, la Lazio ha vinto per 1-0 grazie al gol di Hernanes. La classifica del gruppo J prima della quinta e penultima giornata è la seguente: Trabzonspor 10 punti, Lazio 8, Apollon Limassol 4, Legia Varsavia 0.

 Dopo 17 giornate, ovvero tutto il girone di andata più una, il Legia Varsavia è primo nel campionato polacco, con un bilancio di 12 vittorie, 1 pareggio e 4 sconfitte. Il margine sulla seconda in classifica è ancora esiguo, più 3 punti dal Gornik Zabrze (37 ne ha il Legia, 34 il Gornik). Nell’ultima giornata la squadra allenata da Jan Urban ha battuto il Pogon Szczecin quinto in classifica, con il punteggio di 3-1. Un’autorete prima e i gol di Rzezniczak e Dvalishvili poi hanno garantito i tre punti al Legia, che però si appropinqua alla partita contro la Lazio con più giocatori infortunati. Anzitutto il giovane portiere Aleksander Wadzel, classe 1995 che si è sfortunatamente rotto un legamento crociato ad agosto, e tornerà a giocare l’anno prossimo. Indisponibile anche il difensore Mateusz Cichocki, classe 1992, e i centrocampisti Daniel Lukasik (22 anni), Michal Zyro (21), Przemyslav Mizgala (21) e Jakub Kosecki (23). Quest’ultimo è l’elemento più impiegato di tutti quelli indisponibili: la sua assenza sull’out di destra dovrebbe essere la più rilevante. Mancheranno all’appello per infortunio anche gli attaccanti Saganowski (35 anni) ed Efir (21). Il Legia Varsavia è già eliminato dall’Europa League e dovrebbe giocare senza fare troppi calcoli, cercando di regalare una prestazione positiva al pubblico di casa. Il modulo di gioco dovrebbe essere il 4-2-3-1, con Kuciak in porta e difesa a quattro formata da Bereszynski a destra, Wawrzynak a sinistra, Rzezniczak e il portoghese Junior coppia centrale. A centrocampo il duo composto dal capitano Vrdoljak e da Jodlowlec, mentre sulla trequarti dovrebbero partire Kucharczyk a destra, Brzyski a sinistra e lo sloveno Radovic centralmente. Unica punta prevista il georgiano Vladimer Dvalishvili, top scorer della squadra con 9 gol stagionale (segue Radovic  quota 6). 

 Petkovic deve fare a meno di Andrè Dias e Giuseppe Biava per la difesa e di Emiliano Alfaroe Miroslav Klose per l’attacco. Per la trasferta polacca si prospetta il modulo 4-2-3-1, anche se non sono da escludere altre soluzioni considerando che quest’anno Petkovic ha abituato a cambiamenti tattici. Davanti al portiere Marchetti la difesa dovrebbe essere composta da Cavanda a destra, Radu a sinistra e dalla coppia Cana e Novaretti al centro. In mezzo al campo Alvaro Gonzalez dovrebbe essere sicuro del posto: al suo fianco previsto spazio per Biglia che non ha giocato nell’ultima di campionato, e Genova contro la Sampdoria. Altrimenti dentro uno tra Ledesma e Onazi. Batteria di trequartisti con Candreva a destra, Felipe Anderson centrale e Baldè Keita a sinistra. Non è da escludere che anche l’inamovibile Candreva possa partire dalla panchina: nella conferenza stampa prepartita Petkovic ha parlato di necessario dosaggio delle energie, che potrebbe toccare anche il centrocampista della Nazionale. Floccari dovrebbe essere sicuro della maglia in attacco, anche se alle sue spalle scapita il baby colombiano Bryan Perea. Il modulo alternativo è il 3-4-3 con un trequartista in meno e l’inserimento di Hernanes in mezzo al campo, e uno dei terzini e Radu spostato sulla linea dei centrocampisti.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori