PAGELLE/ Lazio-Bologna (6-0): i voti e il tabellino della partita (serie A, 35esima giornata)

- La Redazione

Le pagelle di Lazio-Bologna (6-0), i voti a tutti i protagonisti e il tabellino della partita della trentacinquesima giornata di serie A dello stadio Olimpico. Cinquina di Klose

lazio_klose_hernanes_lulicR400
infophoto

Show di Miroslav Klose in una partita che non ha avuto storia fin dai primi minuti del match. Lazio-Bologna finisce 6-0 per i padrini di casa, con cinque gol del fenomeno tedesco e il sigillo di Hernanes. Il risultato rilancia le ambizioni degli uomini di Vladimir Petkovic in ottica Europa League ed è pure un messaggio ai cugini romanisti per la finale di Coppa Italia, mentre la squadra di Pioli è quasi salva ma dovrà interrogarsi su un crollo così drammatico e preoccupante.

Divertimento assicurato (se non tifate Bologna), tanti gol e belle azioni. Però per alzare di più il voto ci vorrebbe un contributo da parte di entrambe le squadre, che evidentemente non è per niente arrivato dagli ospiti. All’incirca questa sufficienza è la media tra il voto altissimo dei biancocelesti e quello pessimo dei rossoblu.

D’accordo, di fatto ha giocato da sola. Ma non è mica colpa della lazio, che ne ha approfittato nel modo migliore regalandosi un pomeriggio di tutto piacere. Klose sugli scudi (e non potrebbe essere altrimenti), ma tutti fanno ampiamente il loro dovere e si esaltano.

Spiace infierire in modo così pesante, ma il voto che si merita la squadra di Pioli è questo. I rossoblu non sono nemmeno scesi in campo, e non hanno fatto nulla per contrastare la travolgente Lazio. Figuraccia imbarazzante, tra le peggiori della gloriosa storia del sodalizio felsineo.

C’è un dubbio di fuorigioco sul primo gol della Lazio, ma francamente pensare che l’arbitro abbia infierito sull’esito della partita è a dir poco ridicolo.

MARCHETTI 6 – Gestisce l’ordinaria amministrazione, un “6” che è ai confini del senza voto.

KONKO 7 – In fase difensiva ha poco da fare, per cui spesso e volentieri si concede sgroppate in avanti. Bello l’assist per il gol del 4-0.

CANA 6 – Diligente, non si deconcentra.

DIAS 6 – Vedi sopra, fossero tutte così le partite per un difensore.

RADU 6,5 – Spinge bene, anche se con minor dinamismo rispetto a Konko. Attento dietro.

CANDREVA 7 – Propizia due gol dei suoi, sempre tra i giocatori più attivi e sotati di qualità calcistica.

(PEREIRINHA 6 – Entra a partita di fatto finita, partecipa al divertimento).

LEDESMA 6,5 – Detta i ritmi. Non che sia difficile, ma fa tutto bene.

HERNANES 6,5 – Forse meno brillante di altri compagni, però il gol è un capolavoro.

LULIC 6,5 – Anche lui positivo in entrambe le fasi, con la ciliegina dell’assist per il 3-0.

FLOCCARI 6,5 – Un palo e un assist. Porta il suo contributo, anche se probabilmente gli sarà dispiaciuto non partecipare al festival.

(GONZALEZ sv).

KLOSE 10 – Che altro voto si può dare ad un giocatore che segna cinque gol in una sola partita? Se non ora, quando? Panzer.

(SAHA sv).

ALL. PETKOVIC 9 – Oggi tutto è stato perfetto, complimenti al condottiero come a tutti i suoi uomini.

STOJANOVIC 5 – Partita pessima per il portiere di riserva che doveva godersi la gioia di una maglia da titolare all’Olimpico. Tutto sommato però ha poche colpe sui gol, non infieriamo con la bocciatura.

GARICS 4 – Non ne azzecca una, Lulic si diverte e lui non riesce mai a bloccarlo.

SORENSEN 4 – Errori di marcatura e posizione, poca pressione agli avversari. Partitaccia.

ANTONSSON 4 – Come sopra, altro elemento di una difesa che fa acqua da tutte le parti.

ABERO 4 – Sognerà Candreva a lungo, e non saranno sogni tranquilli per lui.

PEREZ 4,5 – Appena meglio di tanti altri, però è evidente che non ha funzionato nemmeno il filtro di centrocampo.

(KRHIN 5,5 – Entra quando tutto è finito: benino, ma è chiaro che la Lazio non spinge più).

TAIDER 5 – Voto leggermente meno severo perché per due volte prova a dare una scossa alla sua squadra. Dà segni di vita.

(GUARENTE 5 – Non lascia tracce).

GABBIADINI 4 – Era in campo? Nulla da segnalare.

DIAMANTI 4,5 – I suoi calci piazzati sono sempre insidiosi. Ma non basta in mezzo al deserto.

KONE 4,5 – Non riesce a fare nulla di tutto quello che doveva fare.

GILARDINO 5 – Non gli arrivano palloni. Ci prova una o due volte, ma è stato un pomeriggio davvero sconcertante.

ALL. PIOLI 4 – Condottiero di una armata allo sbando, dovrà interrogarsi pesantemente. Non si può sbracare così, anche se la salvezza è quasi certa.

 

 

Marcatori: 22′ Klose (L), 32′ Hernanes (L), 36′ Klose (L), 39′ Klose (L), 50′ Klose (L), 61′ Klose (L).

 Marchetti; Konko, Ciani, Dias, Radu; Candreva (63′ Pereirinha), Floccari (75′ Gonzalez), Ledesma, Hernanes, Lulic; Klose (68′ Saha). All.: Petkovic.
A disp.: Bizzarri, Scarfagna, Cana, Onazi, Crecco, Stankevicius, Kozak, Rozzi.

 Stojanovic; Motta, Sorensen, Antonsson, Abero; Perez (53′ Krhin), Taider (46′ Guarente); Gabbiadini, Diamanti, Kone; Gilardino (53′ Christodoulopoulos). All.: Pioli.
A disp.: Agliardi, Naldo, Carvalho, Garics, Pazienza, Riverola, Pasquato, Kone, Moscardelli.

Arbitro: De Marco.

Ammoniti: Lulic (L), Kone, Abero, Guarente (B).

 

(Mauro Mantegazza)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori