VIDEO/ Torino Milan (2-0): highlights e gol. Cutrone deluso: “Va tutto male”

- Stefano Belli

Video Torino-Milan (2-0): gol e highlights del match valevole per la 34^ giornata di Serie A. Belotti e Berenguer portano i granata a 56 punti e a un passo dalla zona Champions League.

milan torino lapresse 2019 berenguer 640x300
Alex Berenguer (LaPresse)

Al termine di Torino Milan, lo stato d’animo nei due spogliatoi era ovviamente radicalmente opposto. Tra i rossoneri va apprezzato Patrick Cutrone, che a fine partita non si è sottratto al confronto e ha parlato a tutte le principali emittenti televisive. Questi dunque i concetti espressi da Cutrone al termine della partita: “Sta andando male tutto, ma non dobbiamo smettere di crederci”. Alle accuse di essere una squadra senz’anima, Cutrone risponde ammettendo il problema: “Si è visto in queste partite purtroppo. Non smettiamo di crederci, altrimenti sarebbe tutto inutile. Più convinti, dobbiamo dare tutti quel qualcosa in più che potrà agevolarci nelle prossime partite. Se non ci metti l’impegno e la grinta, non puoi neanche affrontarle. Purtroppo dopo il primo gol abbiamo provato a reagire, al secondo ho visto che ci siamo spenti. Partiti bene nel primo tempo, poi dopo gli episodi siamo andati a calare”. Infine, l’attaccante non ha voluto parlare di sé stesso in questo momento difficile per tutto il Milan: “Non mi va di parlare della mia prestazione. Mi dispiace perché abbiamo perso altri tre punti e penso a questo non a me stesso”. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

VIDEO TORINO MILAN: LA CRONACA

Video Torino-Milan 2-0: gol e highlights della partita valevole per la 34^ giornata di Serie A 2018-19 che ha visto i granata battere i rossoneri nello scontro diretto per l’Europa. La squadra di Mazzarri sale a 56 punti in classifica, agganciando proprio il Diavolo e l’Atalanta che deve ancora giocare contro l’Udinese e ha l’opportunità di scavalcare la Roma al quarto posto, in piena zona Champions League. Nella corsa verso la coppa dalle grandi orecchie non si può non tenere in considerazione il Toro che si sta rivelando una delle squadre più solide di questo campionato: ben 14 partite senza prendere gol, appena 6 sconfitte (solamente la Juventus ne ha perse meno) e un ruolini di marcia invidiabile. Numeri e morale completamente diversi per gli uomini di Gattuso che dopo essere usciti in malo modo dalla Coppa Italia vanno incontro a un altro KO che potrebbe mandare definitivamente di traverso il finale di stagione che si sta trasformando in un’autentica lotteria dove parecchie squadre si contendono un posto al sole. Dal campo non sono arrivati segnali proprio confortanti per i rossoneri: troppi errori soprattutto in fase difensiva, e a furia di sbagliare gli avversari alla fine ti puniscono. Com’è successo nella ripresa, quando Kessié ha provocato il rigore a favore del Torino con la spinta su Izzo all’interno dell’area, Belotti dagli undici metri non sbaglia e sale a 13 gol nella classifica dei marcatori. Milan sfortunato con la traversa di Bakayoko poco prima del raddoppio di Berenguer (che gol strepitoso quello dello spagnolo!), anche nel finale Sirigu si conferma insuperabile e Romagnoli, frustrato, perde la testa applaudendo ironicamente l’arbitro Guida. Un gesto che da regolamento è punibile con l’espulsione, regolamento che il direttore di gara applica alla lettera. All’Olimpico è grande festa proprio nel giorno in cui cominciano le commemorazioni per la tragedia di Superga, Milan sempre più sull’orlo del baratro e a un passo dall’ennesima rifondazione.

LE DICHIARAZIONI

Le parole di un amareggiato Rino Gattuso ai microfoni di Sky Sport: “Siamo stati condannati da un episodio, rispetto a mercoledì scorso in cui non eravamo scesi in campo direi che stasera non meritavamo di perdere, purtroppo questo è un periodo in cui ci dice tutto male. Stiamo facendo grandissima fatica ma almeno la prestazione c’è stata, il Torino è una squadra che non ti fa giocare bene, quando subisci un rigore così ingenuo ci può stare di innervosirsi. Peccato per la mancata reazione, e io mi ritengo il primo responsabile perché vuol dire che non riesco a entrare nella testa dei giocatori. Ripeto, l’impegno non manca ma ci divertiamo meno rispetto a due mesi fa e questo lo paghiamo a caro prezzo. Il mio futuro è legato ai risultati, se continuiamo a fare figuracce la vedo dura”. Il commento di Walter Mazzarri, allenatore del Torino: “Questa partita ci ha fatto capire che siamo cresciuti tanto, che in questa stagione abbiamo compiuto un lavoro eccezionale. Vittoria meritata contro una squadra molto forte, un tempo soffrivamo i confronti con le big, oggi quella sudditanza è sparita e ce la giochiamo alla pari con tutti. Non ci resta che chiudere in bellezza il campionato, stiamo ponendo le basi per costruire un bel ciclo”.

VIDEO TORINO MILAN, GOL E HIGHLIGHTS DELLA PARTITA







© RIPRODUZIONE RISERVATA