CALCIOMERCATO ATALANTA/ Finalmente Boga e Pezzella crede nel riscatto

- Alessandro Rinoldi

Calciomercato Atalanta: i rumors e le indiscrezioni riguardanti le trattative della sessione invernale. Primo allenamento per Jeremie Boga dopo la Coppa d’Africa, Lazio su Miranchuk

Jeremie Boga Sassuolo Salernitana lapresse 2021 640x300
Calciomercato Atalanta: Jérémie Boga arriva dal Sassuolo (Foto LaPresse)

CALCIOMERCATO ATALANTA: PRIMO ALLENAMENTO PER BOGA

L’Atalanta ha cominciato con il botto questa sessione di calciomercato invernale. I bergamaschi si sono infatti subito aggiudicati Jeremie Boga dal Sassuolo per rinforzare il proprio reparto avanzato rimasto momentaneamente orfano dell’infortunato Duvan Zapata. L’annuncio del trasferimento è stato dato solamente qualche giorno fa e la formula è quella del prestito con obbligo di riscatto per un’operazione da 22/23 milioni di euro più due di bonus.

Impegnato in Coppa d’Africa con la Costa d’Avorio, l’attaccante venticinquenne non si era ancora aggregato alla sua nuova squadra. Concluso il torneo con la sua Nazionale, ora Boga può finalmente iniziare il suo nuovo percorso con la Dea. Oggi il calciatore era atteso per svolgere il primo allenamento a Zingonia con i compagni ed il tecnico Gian Piero Gasperini che, secondo i rumors, dovrebbe sicuramente portarlo in panchina per la sfida contro il Cagliari, magari concedendogli pure qualche minuto se ne avrà bisogno o se ci sarà l’opportunità.

CALCIOMERCATO ATALANTA: LE MANOVRE DEI BERGAMASCHI

La cessione di Robin Gosens all’Inter in questo calciomercato di gennaio aveva aperto all’idea che l’Atalanta potesse cercare un nuovo esterno mancino per sistemare il proprio organico. Tuttavia, le garanzie offerte da Giuseppe Pezzella, a Bergamo in prestito dal Parma, hanno convinto i nerazzurri a rimanere con questi calciatori e lo stesso Pezzella ha rilasciato un’intervista all’Eco di Bergamo in cui ha confessato la speranza di essere riscattato tramite il rendimento offerto in campo: “Voglio convincere l’Atalanta per il rendimento, non ho bisogno di collezionare il numero di presenze per esser riscattato. Se giochi tanto e fai male, non serve. Il Napoli? Non c’è un motivo ben preciso perchè non abbia mai giocato nella squadra della mia città, ma non cambierei mai il percorso fatto fino ad oggi, fatto di conquiste sul campo.”







© RIPRODUZIONE RISERVATA