CALCIOMERCATO JUVENTUS NEWS/ Eriksen rifiuta il rinnovo, i dettagli (ultime notizie)

- Jacopo D'Antuono

Calciomercato Juventus News. Ultime notizie: il trequartista danese avrebbe rifiutato addirittura 11 milioni di stipendio all’anno per rinnovare.

dybala lukaku
Juventus, Paulo Dybala (Foto LaPresse)

Al fine di riconfermarsi sempre ad altrissimi livelli in Europa la Juventus è sempre attenta ai grandi calciatori del panorama internazionale durante il calciomercato. Uno degli obiettivi dei dirigenti bianconeri sembra essere Christian Eriksen, trequartista danese di proprietà del Tottenham Hotspur. Il contratto di Eriksen con i londinesi scadrà nel giugno del 2020, ovvero al termine della stagione iniziata da un paio di settimane in Inghilterra, ed il suo club, secondo quanto svelato dalla stampa britannica del Mirror, gli avrebbe addirittura offerto 11 milioni di euro all’anno di stipendio pur di convincerlo a restare anche in futuro. I rumors rivelano però che Eriksen, ora ventisettenne, avrebbe rifiutato volendo provare a vivere un’avventura in un qualche club più blasonato. Sulle sue tracce però non si segnala soltanto la presenza della Juventus ma anche delle due big di Spagna, ovvero il Real Madrid ed il Barcellona, attualmente impegnate nella corsa per arrivare al brasiliano Neymar del Paris Saint-Germain. (agg. Alessandro Rinoldi)

Calciomercato Juventus News, Alex Sandro parla di Sarri

​La Juventus è al lavoro in questa finestra di calciomercato per offrire al nuovo allenatore Maurizio Sarri una rosa altamente competitiva per la stagione che sta per cominciare. Intanto però, a margine dell’amichevole vinta ieri sulla Triestina, il brasiliano Alex Sandro, decisivo nella trattativa che ha portato Danilo dal Manchester City a Torino, ha parlato del tecnico originario di Napoli spiegando: “Non vediamo l’ora di iniziare la stagione, mister Sarri è diverso da Allegri ma stiamo già assimilando la sua mentalità, sappiamo cosa fare. Dobbiamo migliorare ma siamo sulla strada giusta: ci chiede di comandare, di avere di più il possesso palla ma poi conta vincere le partite e questa è sempre stata la nostra mentalità. La squadra sta bene tecnicamente e fisicamente, dobbiamo migliorare ma ci siamo. Sarà più difficile per noi riconfermarci con l’Inter ed il Napoli che vogliono batterci e vincere.” (agg. Alessandro Rinoldi)

Dembélé per l’attacco e non solo

La dirigenza della Juventus ha diversi attaccanti che potrebbero salutare Torino in questa sessione di calciomercato se si pensa ai rumors riguardanti Mario Mandzukic, Paulo Dybala e Gonzalo Higuain. Tuttavia, secondo quanto riportato dal quotidiano Tuttosport, Paratici starebbe monitorando con grande attenzione anche il profilo di Moussa Dembélé, centravanti ventitreenne di proprietà dell’Olympique Lione. Protagonista nella vittoria dei francesi alla prima in campionato con una doppietta, Dembélé ha il contratto in scadenza nel giugno del 2023 e l’interesse juventino si colloca probabilmente non per l’immediato futuro. La Juventus potrebbe comunque prendere contatto con il Lione per parlare di questo calciatore ed anche dei più giovani Lucas Tousart ed Houssem Aouar così da battere la possibile concorrenza direttamente sul nascere e proseguendo la strategia della linea verde che è stata portata avanti nelle finestre di mercato degli ultimi anni da parte dei bianconeri. (agg. Alessandro Rinoldi)

Salihamidzic parla di Mandzukic

La lista dei calciatori in esubero per la Juventus non è certamente corta ma potrebbe presto sfoltirsi nelle prossime ore di questa finestra di calciomercato. Chi infatti sembra essere ormai ad un passo dall’addio ai bianconeri è Mario Mandzukic, attaccante croato di trentatre anni con il contratto in scadenza nel giugno del 2021. Il centravanti è stato accostato recentemente ai tedeschi del Bayern Monaco, squadra in cui ha già militato tra il 2012 ed il 2014 e società in cui potrebbe presto tornare. Interpellato in esclusiva dalla stampa tedesca della Bild, l’ex juventino ed oggi direttore sportivo dei bavaresi Hasan Salihamidzic al riguardo ha spiegato: “Non posso parlarne perchè è un giocatore della Juventus. E’ sicuramente mio amico, abbiamo giocato insieme al Wolfsburg.” Il dirigente non ha quindi di certo smentito i rumors concernenti la trattativa che potrebbe entrare nel vivo nel corso della settimana che sta per cominciare. Intanto in attacco Gonzalo Higuain potrebbe rimanere a Torino. (agg. Alessandro Rinoldi)

Due club per Emre Can

La Juventus ha bisogno di cedere qualche calciatore in esubero in questa sessione di calciomercato estivo. Nell’elenco dei possibili partenti in questo senso è finito anche il nome di Emre Can, centrocampista tedesco di origine turca indiziato a fare le valige dopo la conferma di Sami Khedira ed i problemi nel liberare Blaise Matuidi, deciso a restare nonostante il parere contrario della società. Il mediano classe 1994 non ha convinto pienamente a conclusione della sua prima stagione con i bianconeri ed ora per lui si profila già l’addio. Stando a quanto riportato dal quotidiano piemontese Tuttosport, sulle tracce di Emre Can ci sarebbero due club in particolare, ovvero il Bayern Monaco ed il Paris Saint-Germain. Sia i tedeschi che i francesi sembravano già interessati a lui prima dell’approdo alla Juventus ed ora i bavaresi, che avevano fatto inizialmente un tentativo per Matuidi, ed i parigini, che aspettano di cedere Neymar, potrebbero aggiudicarselo. (agg. Alessandro Rinoldi)

Il parere di Moggi

L’ex direttore sportivo della Juventus Luciano Moggi ha commentato le mosse di calciomercato delle big italiane, soffermandosi sui bianconeri e sul futuro di Mauro Icardi, attaccante in uscita dall’Inter ma ancora incerto sulla sua prossima destinazione. “L’Inter potrebbe tenere Mauro Icardi in tribuna per un anno oppure lo può cedere a 20-30 milioni”, ha detto. “Di più non penso. A queste condizioni la Juventus potrebbe essere un acquirente. Sarebbe una mossa un po’ particolare, una società che spende 75 milioni per acquistare Lukaku rischia di azzerare quella spesa per dare un giocatore a una concorrente. Non credo che sia fattibile, ma nel calcio c’è sempre quello furbo e quello meno furbo. La Juve a 70-milioni non lo prenderà mai, a 30 sì”. Per Luciano Moggi, dunque, l’Inter dovrebbe accontentarsi: “L’Inter deve accontentarsi di quello che gli danno, visto che il giocatore è stato messo fuori dal progetto. Quando succede una cosa del genere vuol dire che il giocatore viene messo fuori categoria rispetto agli stipendi che ha preso fino a ora. In questo momento, dai 110 milioni che valeva,

Le parole di Ramsey

Uno dei volti nuovi in casa Juventus, arrivati grazie al calciomercato, ha parlato al termine della vittoria dei bianconeri in amichevole contro la Triestina. Stiamo parlando del gallese Ramsey, che si è intrattenuto ai microfoni di TuttoJuve.com a fine match: “Sono molto orgoglioso ovviamente per il mio esordio, sono felice per stasera, per i minuti che ho giocato. Ora posso aiutare la squadra. Se mi sento bene? Certo – ha dichiarato convinto – ho fatto un ottimo recupero, adesso posso migliorare sempre più per aiutare la squadra. Sono molto carico per questo nuovo campionato, è una nuova esperienza, una Lega nuova per me, sono concentrato per preparare la mia prima partita ufficiale. Abbiamo avuto un’ottima pre season, abbiamo un nuovo allenatore e dobbiamo cercare di abituarci alle sue idee, al suo gioco. Penso che la squadra sia in buona forma e spero che avremo davanti a noi una stagione ricca di successi”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA