CALCIOMERCATO JUVENTUS/ Milenkovic è un’idea per la difesa se parte Demiral

- Fabio Belli

Calciomercato Juventus news: le indiscrezioni, le voci, le notizie sulla campagna acquisti e cessioni della società bianconera, oggi giovedì 24 giugno. Allegri è interessato a Milenkovic.

Ronaldo Milenkovic Fiorentina Juventus lapresse 2021 640x300
Calciomercato Juventus: il punto su Cristiano Ronaldo (Foto LaPresse)

CALCIOMERCATO JUVENTUS: MILENKOVIC IDEA PER LA DIFESA

Anche il calciomercato Juventus starebbe facendo le sue valutazioni per Nikola Milenkovic. Ancora giovane (23 anni) viene dalla sua quarta stagione con la Fiorentina: una di apprendistato giocando a spizzichi e bocconi, le altre tre da grande protagonista in difesa anche se in una squadra che ha sempre reso meno delle aspettative, che l’anno scorso si è salvata all’ultima giornata e nell’ultimo campionato non ci è andata lontano. Ora, Milenkovic rappresenta da tempo un caso a Firenze: il suo contratto scade nel 2022 e il serbo avrebbe già fatto capire di non essere interessato a rinnovare. Rocco Commisso e Daniele Pradè hanno per le mani una patata bollente perché non possono permettersi di perdere a zero un giocatore così giovane e ambito: ergo, la cessione con tutta probabilità arriverà nell’estate in corso. Il Milan è sempre stato interessato, la Juventus potrebbe iscriversi alla corsa: la sensazione è che Merih Demiral possa lasciare i bianconeri, dunque andrà numericamente sostituito anche se Daniele Rugani, che rientra dal prestito, dovesse restare. Milenkovic sarebbe l’ideale, ma bisognerà capire come trattare con la Fiorentina: i viola, che della Juventus non sono esattamente i migliori amici, hanno già venduto alla Continassa Federico Bernardeschi e Federico Chiesa e una terza operazione potrebbe non essere vista di buon occhio dall’ambiente… (agg. di Claudio Franceschini)

L’OFFERTA PER LOCATELLI

La trattativa per Manuel Locatelli entra nel vivo: il calciomercato Juventus punta a chiudere per il centrocampista del Sassuolo, anche se per il momento sembra che l’affare si farà solo dopo gli Europei. Intanto, come si apprende da Sportmediaset, la Juventus avrebbe già pronta l’offerta da girare al giocatore: un ingaggio da 3 milioni a stagione per un contratto della durata di 4 o 5 anni, un progetto dunque a lungo termine che faccia sentire importante Locatelli, mettendolo al centro della mediana. Il Sassuolo invece si vedrebbe recapitare una parte cash di 30 milioni più il cartellino di un giovane: per Radu Dragusin le cose potrebbero complicarsi perché il rumeno vorrebbe restare in bianconero o provare ad avere tanti minuti in una società che glieli garantisca, e allora sono stati fatti anche i nomi di Félix Correa, reduce da un’ottima stagione con l’Under 23, e di Nicolò Fagioli che però la Juventus vorrebbe trattenere, consapevole del suo valore. Un’altra complicazione arriva dal fatto che il Sassuolo non sembra avere fretta: sa che altre offerte arriveranno e dunque vuole provare a giocare al rialzo. Alla fine, la sensazione è che Locatelli diventerà un giocatore della Juventus ma il prezzo potrebbe essere più alto del previsto… (agg. di Claudio Franceschini)

SI GUARDA IN CASA LAZIO

Ci sarebbe anche Sergej Milinkovic-Savic nei piani del calciomercato Juventus, ma l’affare difficilmente andrà in porto. Questo, a meno che Claudio Lotito scenda da quelle che sono le sue pretese: il presidente della Lazio valuta il centrocampista serbo non meno di 70 milioni di euro, e si tratta di una cifra che al momento la società bianconera non può pensare di spendere. Eppure le ultime indiscrezioni di calciomercato, riportate dalla Gazzetta dello Sport, ci dicono che Massimiliano Allegri non ha perso la speranza di mettere le mani su un giocatore che la Juventus corteggia da tempo: qualche estate fa i bianconeri ci avevano provato sul serio, ma allora Lotito di milioni ne chiedeva 100 e Milinkovic-Savic, che era puntato forte anche dal Real Madrid, dalla Lazio non si è mai mosso facendo alla fine le fortune di Simone Inzaghi, che con lui e Luis Alberto in mediana è riuscito a prendersi la Coppa Italia e la qualificazione in Champions League. Già, Luis Alberto: se fosse lui il colpo a sorpresa del calciomercato Juventus? Il calciatore potrebbe faticare nel nuovo sistema di Maurizio Sarri e con l’addio di Inzaghi, che lo ha lanciato come titolare facendolo migliorare sensibilmente, può considerare un addio alla Lazio. Da vedere però se la Juventus possa e soprattutto voglia acquistarlo: con Allegri sarebbe ideale per agire alle spalle del centravanti in un 4-2-3-1, ma in quel ruolo sarebbe destinato Paulo Dybala che appare centrale nel progetto di Allegri. Luis Alberto arriverebbe alla Juventus per fare la riserva, e i bianconeri spenderebbero una cifra importante per una “seconda scelta”? Scenario complesso… (agg. di Claudio Franceschini)

TORNA DI MODA KAIO JORGE

Di Kaio Jorge e di un possibile approdo in Italia avevamo parlato già tempo fa; lo sta nuovamente sondando il calciomercato Juventus, e va ricordato che la società bianconera era già quella più interessata all’attaccante brasiliano. Prima punta classe 2002, dopo un infortunio muscolare che lo ha tenuto fermo tra marzo e aprile è tornato in campo e nel Santos ha giocato titolare le ultime tre partite di Copa Libertadores (vittoria contro il Boca Juniors, ma poi due sconfitte) come centravanti a rifinire un 4-2-3-1; nella Seleçao Under 17 ha segnato 6 gol in 10 partite, e ha chiuso il mese di maggio nel Brasileirao con 3 reti in due gare, compresa una doppietta al Palmeiras – che però non ha evitato il ko. Lo vogliono in tanti, nella nostra Serie A ci starebbe pensando anche il Milan; Kaio Jorge potrebbe arrivare alla Juventus come vice di Alvaro Morata, mentre in caso di addio di Cristiano Ronaldo è possibile che la società bianconera decida di investire su un nome più pronto. Ad ogni modo, con il contratto in scadenza il 31 dicembre il Santos potrebbe accontentarsi di 10 milioni di euro, un prezzo assolutamente abbordabile per un giocatore su cui tanti scommettono per il futuro, di conseguenza la Juventus potrebbe realmente farci un pensiero. (agg. di Claudio Franceschini)

COME È ANDATO IL PRIMO INCONTRO?

L’annunciato incontro di calciomercato c’è stato: Juventus e Sassuolo per la prima volta a tavolino per discutere del futuro di Manuel Locatelli, tra i protagonisti di Euro 2020 e possibile futuro bianconero. Il club emiliano sulla carta non sarebbe intenzionato a privarsi della stella del suo centrocampo, ma se la Juventus deciderà davvero di fare sul serio sarà impossibile dire di no.

E Max Allegri sembra più che mai convinto della possibilità di costruire attorno a Locatelli il nuovo centrocampo juventino. Le novità di calciomercato emerse dall’incontro odierno indicano come il Sassuolo non voglia scostarsi dalla richiesta di 40 milioni di euro per il cartellino del giocatore, ma ha dato l’ok per l’inserimento di una contropartita tecnica, che la Juventus però non dovrà supervalutare proprio tenendo la valutazione di Locatelli come riferimento. Ci sono diversi giovani juventini che interessano agli emiliani, ma si è discusso anche della formula contrattuale che potrebbe portare Locatelli all’Allianz Stadium.

CALCIOMERCATO JUVENTUS, IL SASSUOLO VUOLE DRAGUSIN

La possibilità di un prestito con diritto (o obbligo se matureranno determinate condizioni) di riscatto per la Juventus non è stata infatti scartata. C’è da considerare anche la volontà del giocatore di mettersi in gioco e di salire sul quel treno momentaneamente perso dopo l’addio al Milan. Locatelli al Sassuolo ha saputo mantenere le promesse di gioventù diventando anche un pilastro della Nazionale italiana e la Juventus potrebbe rappresentare una consacrazione. Il Sassuolo sta valutando anche Nicolò Fagioli e Felix Correia come contropartite tecniche anche se la prima richiesta dei neroverdi resta Radu Dragusin. La valutazione dei cartellini andrà fatta con attenzione ma se Locatelli dovesse continuare ad essere protagonista agli Europei, i 40 milioni richiesti dal Sassuolo potrebbero diventare quasi un affare per la Juventus, di certo non intenzionata a tirare troppo la corda. L’apertura e l’incontro sono già stati segnali importanti, saranno però ora i bianconeri a dover fare mosse concrete per portare Locatelli a Torino.

© RIPRODUZIONE RISERVATA