CALCIOMERCATO MILAN/ Per Botman attenzione alla concorrenza del Newcastle

- Mauro Mantegazza

Calciomercato Milan: Diallo e Szalai possibili alternative a Botman in difesa, anche perché la concorrenza per il belga è folta (oggi 31 dicembre 2021).

kjaer Milan
Milan, continua la caccia a un sostituto di Simon Kjaer (LaPresse)

Abbiamo fatto stamattina il punto sulle manovre di calciomercato del Milan per rafforzare già a gennaio la difesa di Stefano Pioli a causa del grave infortunio rimediato un mese fa da Simon Kjaer e vi abbiamo presentato le due alternative più credibili (come potete leggere qui sotto) a Sven Botman del Lille, che resta la prima scelta in difesa della dirigenza del Milan, ma per il quale la concorrenza è folta e agguerrita. L’ultima novità è che per Botman si muove anche il ricco Newcastle, una rivale temibile almeno dal punto di vista economico.

A riferirlo è il quotidiano britannico Daily Mail, che racconta di un’accelerata del club inglese nella corsa al 21enne centrale del Lilla, che già da diverso tempo è stato identificato come il primo obiettivo anche del Milan per la sessione di calciomercato invernale. Secondo il tabloid inglese, la nuova proprietà saudita del Newcastle avrebbe messo Botman tra le priorità nella campagna di rafforzamento della squadra, per risolvere una situazione scabrosa. Il Newcastle infatti ora è molto ricco, ma attualmente è penultimo in Premier League e deve come minimo evitare la retrocessione per non annacquare i progetti di grandezza. Certo, il Milan potrebbe mettere sul piatto la lotta scudetto… (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

CALCIOMERCATO MILAN: IL PUNTO SULLA DIFESA

Il calciomercato Milan, come è noto, vede i dirigenti rossoneri a caccia di un difensore dopo il grave infortunio che ha causato la fine anticipata della stagione per Simon Kjaer, che era naturalmente il perno della retroguardia di Stefano Pioli. Sappiamo che Sven Botman è il primo nome, ma ci sono almeno un palio di valide alternative su cui La Gazzetta dello Sport ha concentrato la propria attenzione, cioè Abdou Diallo e Attila Szalai. La pista francese porta appunto ad Abdou Diallo, difensore classe 1996 che è nato a Tours da genitori di Dakar, tanto che dopo avere fatto la trafila delle nazionali giovanili francesi ha scelto di giocare per il Senegal nella Nazionale maggiore.

Abdou Diallo può giocare sia da centrale sia da terzino, una versatilità che potrebbe essere apprezzata dal Milan in sede di calciomercato. Non è tutto: Diamo è anche scrittore, infatti il 6 maggio scorso ha pubblicato un libro chiamato “Il calcio d’inizio dei nostri sogni”, scritto assieme a tre ex compagni delle giovanili del Monaco, che però a differenza sua non sono arrivati a giocare ad alti livelli. Diallo gioca nel Psg dal 2019, dopo una doppia esperienza tedesca, prima nel Mainz e poi nel Borussia Dortmund: destro di piede, veloce e fisico, ma al Psg sta spesso in panchina, quindi può essere un affare in prestito. Attenzione però: a gennaio giocherà la Coppa d’Africa, compagno di squadra di Ballo-Touré.

CALCIOMERCATO MILAN: DIALLO E SZALAI NEL MIRINO IN DIFESA

Se l’obiettivo è dunque avvicinare un difensore che sostituisca Kjaer nell’immediato, ecco che Diallo potrebbe pagare l’inevitabile ritardo, perché rischierebbe di arrivare al Milan solo a febbraio, di conseguenza il calciomercato rossonero si concentra anche su colui che è stato definito “il Van Dijk ungherese”, cioè Attila Szalai. In effetti il difensore ungherese fisicamente ricorda quello olandese: è alto, tosto, supera il metro e 90 e ha giocato un bell’Europeo con Marco Rossi, che ne ha sempre parlato bene – con l’Ungheria lo vedremo contro l’Italia nella prossima Nations League.

Il problema di Attila Szalai potrebbe essere che non ha ancora esperienza in un campionato top, perché fuori dall’Ungheria ha giocato in Austria, a Cipro e ora in Turchia con il Fenerbahce, che tra l’altro ha detto di non voler lasciare a gennaio. Destro di piede, è bravo negli anticipi e nei duelli aerei: Szalai compirà 24 anni a gennaio, costa 11 milioni ed è il piano B dei rossoneri dopo Botman, dunque secondo La Gazzetta dello Sport potrebbe essere preferito rispetto a Diallo, sempre se non andrà a buon fine la trattativa per la prima scelta assoluta.





© RIPRODUZIONE RISERVATA