Cancelleri: “Non lascio il M5S”/ “Mi ritiro da primarie Sicilia per evitare problemi”

- Carmine Massimo Balsamo

Il passo indietro di Giancarlo Cancelleri per salvaguardare Conte: “Il Movimento 5 Stelle è casa mia, vogliamo restare nel governo”

Giancarlo Cancelleri
Giancarlo Cancelleri (LaPresse)

Giorni difficili per il Movimento 5 Stelle tra la scissione guidata da Di Maio e le difficoltà di Conte alla guida del partito. Un altro dossier scottante è legato alle elezioni siciliane, dove Giancarlo Cancelleri ha deciso di ritirarsi dalle primarie. Intervenuto in conferenza stampa a Palazzo dei Normanni, il pentastellato ha tenuto a precisare di non aver alcuna intenzione di lasciare il M5s: “Ho contribuito a fondarlo qui in Sicilia, è e sarà casa mia”.

Come dicevamo, Cancelleri ha ritirato la sua disponibilità a candidarsi alle primarie di centrosinistra per la Presidenza della Sicilia: “Perché non si è parlato di quella che poteva essere una rivisitazione del M5S di una sua regola fondativa, di una idea per cambiare il percorso, in realtà la discussione è finita solo su di me”. Il pentastellato ha dunque spiegato di aver contattato ieri Conte per comunicargli la sua decisione, togliendolo così dall’imbarazzo e dalle evidenti difficoltà.

LA POSIZIONE DI CANCELLERI

Giancarlo Cancelleri ha affermato di aver preso questa decisione per amore nei confronti del Movimento 5 Stelle. Ma non solo. Secondo il sottosegretario, la vicenda siciliana non ha indebolito Giuseppe Conte, definito “una persona che davanti alle difficoltà ne esce a testa alta”. L’ex premier, ha spiegato Cancelleri, ha le spalle molto grandi, in grado di sopportare un peso così enorme. Per quanto riguarda il M5s a livello nazionale, il grillino ha spiegato che la volontà è quella di rimanere nel governo Draghi, “ma in maniera serena e soprattutto corretta, diversamente il Presidente Conte avvierà una serie di valutazioni”: “Noi vogliamo pesare all’interno del governo e, in maniera serena e corretta, sostenerlo. Aspettiamo risposte su questi temi, in caso contrario sarà Conte ad avviare una valutazione serena”.







© RIPRODUZIONE RISERVATA