Caos treni Roma-Napoli, ritardi Frecciarossa/ Investimento animali ad Afragola: info

- Niccolò Magnani

Caos treni Alta Velocità tra Roma e Napoli: investimento animali ad Afragola, ritardi e corse coinvolte. Linea Milano-Bologna “guasto linea”, altri disagi

trenitalia_treno_frecciarossa_stazione_lapresse_2017
LaPresse

Pomeriggio di “passione” sulla linea Alta Velocità da Milano fino a Napoli passando per lo snodo di Roma: per due motivi di diversissima origine, i servizi di Frecciarossa e altri treni AV di Trenitalia sono andati al rilento e tutt’ora sussistono criticità sul traffico nazionale. Dalle 14.20 il traffico ferroviario sulla linea Alta Velocità Roma-Napoli è rallentato pesantemente per l’investimento di animali di grossa taglia (non viene specificato il tipo e dai social ci sono ancora messaggi contraddittori) presso la stazione di Napoli Afragola: non vengono ravvisati danni o feriti tra i passeggeri, ma questo incidente è bastato per causare ritardi anche oltre l’ora sull’intera linea che da Napoli si dirige verso Roma, e viceversa. È in corso l’intervento dei tecnici di Rete Ferroviaria Italiana: secondo quanto riporta l’Infomobilità «Il traffico è rallentato per la presenza di animali lungo la linea ferroviaria tra Napoli Afragola e Gricignano». Maggior tempo di percorrenza fino a 30 minuti per i treni in viaggio.

CAOS TRENI AV, DA NAPOLI FINO A MILANO; TUTTI I DISAGI

In attesa di nuovi aggiornamenti sui tempi di ristabilimento dell’ordinario traffico ferroviario tra Roma e Napoli, è da tutta la mattina che i treni in direzione Milano sulla direttrice Bologna-Milano soffrono di un’altra problematica legata ad un guasto nei sistemi di gestione della linea AV. Dopo le ore 8 Trenitalia annuncia «il traffico è rallentato, in direzione Milano, per un guasto ai sistemi di gestione della linea tra le località di Melegnano e Milano Rogoredo. Maggior tempo di percorrenza fino a 30 minuti per i treni in viaggio», ma dopo i ritardi nel corso della giornata sono cresciuti anche a quasi tre ore per alcuni convogli coinvolti nella sospensione temporanea del servizio. Ancora dopo le ore 14.40 il traffico veniva dato in rallentamento con lieve e graduale ripresa; «Maggior tempo di percorrenza fino a 90 minuti per i treni in viaggio e fino a 50 minuti per i treni istradati su percorso alternativo tra Piacenza e Melegnano», sottolinea il servizio Infomobilità di Trenitalia. Ecco i treni direttamente coinvolti nella lunga giornata di difficoltà per passeggeri e utenti sulla linea Milano-Bologna: «FR 9500 Perugia (5:13) – Torino Porta Nuova (9:55); FR 9600 Roma Termini (6:00) – Torino Porta Nuova (10:05); FR 9602 Napoli Centrale (5:10) – Milano Centrale (9:29); FR 9610 Napoli Centrale (6:39) – Torino Porta Nuova (12:10); FR 9614 Napoli Centrale (7:40) – Milano Centrale (12:02); FR 9510/9512 Salerno (6:11) – Milano Centrale (11:50); FR 9616 Napoli Centrale (8:10) – Milano Centrale (12:34); FR 9618 Napoli Centrale (8:40) – Milano Centrale (13:02); FA 8802 Ancona (5:00) – Milano Centrale (9:10); FA 8806 Pescara (5:55) – Milano Centrale (11:25); ICN 35648 Lecce (18:31) – Milano Centrale (9:05); RV 2274 Bologna Centrale (5:50) – Milano Centrale (8:50); R 2116 Livorno Centrale (5:52) – Milano Centrale (10:20)».



© RIPRODUZIONE RISERVATA