Capello contro Ibrahimovic a Sanremo/ “Se ci fossi stato ancora io al Milan vedeva..”

- Matteo Fantozzi

Capello contro Ibrahimovic, il Milan dovrebbe vietare al calciatore svedese di andare al Festival di Sanremo secondo il tecnico friulano.

Ibra al Milan
Zlatan Ibrahimovic (LaPresse, 2020)

A Capello non va giù la presenza di Ibra a Sanremo: “Deve obbedire a chi lo paga!”

Fabio Capello portò Zlatan Ibrahimovic nel 2004 ai tempi della Juventus, ma ora non è con lui. A Sky Sport infatti spiega: “Se fossi stato il Milan non l’avrei mandato a Sanremo. Loro lo pagano e lui deve avere rispetto. Non si può fare il pendolare tra Milanello e Sanremo. Con tutto il rispetto penso che il Milan avrebbe dovuto impedire la sua presenza”. Il Festival si avvicina e ora che i rossoneri hanno perso la testa della classifica c’è la sensazione dilagante che le polemiche si moltiplicheranno soprattutto se la squadra rossonera dovesse perdere altro terreno nelle prossime settimane. Quello che è certo che i battibecchi non mancheranno.

Capello sul Milan, parole d’elogio per lo Spezia

Fabio Capello è consapevole che il Milan sta vivendo un momento molto delicato e ha voluto dire la sua sul ko contro lo Spezia: “In questa stagione non ho mai visto una squadra giocare tanto bene come i liguri. Ho visto un’ottimo condizione fisica e movimenti studiati alla perfezione. I calciatori hanno grande qualità e riescono a uscire dalle difficoltà sempre con delle ottime giocate“. Ora però starà ai rossoneri provare ad alzarsi da un momento non troppo facile da gestire.

© RIPRODUZIONE RISERVATA