Caprarica, Scanzi, Contri: rissa choc a Cartabianca/ “Cretino, bollito, nano…”

- Davide Giancristofaro Alberti

Durissima lite televisiva avvenuta ieri in diretta a Cartabianca: da una parte il professor Alberto Contri e dall’altra Scanzi e Caprarica

scanzi contri rai 2021 640x300
Scanzi, Contri e Caprarica, rissa a Cartabianca

Una vera e propria rissa in diretta tv quella verificatasi ieri sera a Cartabianca, noto programma di Rai Tre del martedì sera, fra il giornalista Andrea Scanzi, quindi Antonio Caprarica e Alberto Contri, docente universitario e membro della neonata commissione Dubbio e precauzione. Si parlava di covid e di vaccino, e nel giro di pochi minuti l’atmosfera si è scaldata al punto che sono volate parole grosse. Il prof Contri si è infatti rivolto a Caprarica definendolo come “uomo degli sprechi Rai”. In difesa dello storico giornalista della tv pubblica è giunto quindi Scanzi, che dopo aver fatto parlare il docente ha spiegato: “Alberto Contri è l’emblema del cattivo maestro in questa fase storica. Non sa nulla di scienza, né di cosa stia parlando. A 77 anni ha scoperto che esiste il web e pensa che lì ci sia la verità”.

Quindi Scanzi ha proseguito, rincarando la dose e alzando la voce: “Non ho nessuna stima di questa persona, ma ci rendiamo conto di quello che sta dicendo?”. A quel punto Alberto Contri, che intanto aveva paragonato i morti da covid a quelli per il fumo, ha abbandonato lo studio, uscendo con tanto di insulti agli interlocutori presenti: “Basta, io con questo cretino non ci sto. Stupido, mascalzone. Che il servizio pubblico si permetta di far parlare un giornalistuncolo come questo… Ma che vergogna”, apostrofandolo con le parole “Nano” e “mascalzone”.

RISSA A CARTABIANCA FRA CAPRARICA, SCANZI E CONTRI: VOLANO PAROLE GROSSE E MINACCE DI QUERELE

Mentre Caprarica lo attacca: “Hai i neuroni di un cercopiteco, cretino, bollito”. Caprarica, che come detto sopra è stato accusato dal professore universitario di essere uno “sprecone della Rai”, in quanto stando a quanto spiegato, lo stesso giornalista aveva rotto con la tv pubblica dopo alcune note spese “insostenibili” (dichiarazioni da cui ovviamente noi prendiamo le distanze), ha commentato: “Avete avuto la misura della cialtroneria dei personaggi che compongono questa eterogenea armata di cialtroni, che è un signore che ha rovinato la Rai e ha cercato di far fuori i professionisti perbene di questa azienda. E io annuncio che lo denuncio e chiedo che la Rai prenda le distanze da miserabili di questa faglia”. In seguito è giunta la controreplica di Contri, via Twitter: “Dice che mi querela. Ho solo detto che ci ricordiamo un titolo di giornale”. La conduttrice Bianca Berlinguer si è scusata poi con il pubblico dopo la rissa televisiva.







© RIPRODUZIONE RISERVATA