Carlo Ancelotti, furto in casa/ Figlia Katia mette in fuga i ladri: rubata cassaforte

- Davide Giancristofaro Alberti

Carlo Ancelotti ha subito un furto in casa propria, in Inghilterra: la figlia Katia è riuscita a mettere in fuga i ladri, che si sono portati via la cassaforte

Carlo Ancelotti Everton lapresse 2020 640x300
Carlo Ancelotti, allenatore dell'Everton (Foto LaPresse)

Alcuni ladri sono entrati nell’abitazione inglese di Carlo Ancelotti, poi messi in fuga dalla figlia Katia. Una vicenda per certi versi curiosa riportata in queste ore dal tabloid britannico Daily Mail, accaduta nella giornata di ieri, venerdì 12 febbraio. Mentre il tecnico di Reggiolo stava allenando la sua squadra, l’Everton, in vista della sfida di Premier League contro il Fulham (match in programma domani sera alle ore 20:00), alcuni topi d’appartamento hanno ben pensato di entrare nella casa di Ancelotti per portare via tutto il possibile.

I malviventi sono riusciti a portare via “solo” la cassaforte presente nell’abitazione, in quanto, mentre stavano assicurandosi il bottino, sono stati sorpresi appunto dalla figlia dell’allenatore, Katia: questi ha mantenuto il sangue freddo ed è riuscita a mettere in fuga i malviventi, evitando il peggio. Una vicenda che avrebbe quindi potuto avere un risvolto ben più drammatico, ma che fortunatamente si è conclusa senza alcuna persona coinvolta.

CARLO ANCELOTTI, FURTO IN CASA: LE PAROLE IN UN’INTERVISTA RECENTE

Non è stato svelato il contenuto della cassaforte, mentre Ancelottiè stato costretto ad interrompere il suo allenamento con l’Everton, per tornare appunto a casa e stare vicino alla figlia, decisamente spaventata. L’ex allenatore del Napoli ha poi parlato con la polizia locale, a cui è stato immediatamente denunciato il furto. Quasi un paradosso quanto accaduto all’allenatore emiliano, che come ricorda Fanpage, soltanto pochi giorni fa, in un’intervista, aveva elogiato la zona in cui viveva, sottolineando la sua bellezza “È un posto bellissimo – le sue parole al New York Times – vicino al mare. C’è una bellissima spiaggia. Una lunga spiaggia. Si può andare in bicicletta e fare delle belle passeggiate. Puoi camminare fino a Formby sul sentiero costiero. Ci sono le statue di Gormley sulla spiaggia. Mi piace veramente”. Eppure, due uomini con il passamontagna in testa e vestiti con degli impermeabili sono entrati nella sua abitazione in quel di Blundellsands, un’area nella contea del Lancashire e del Merseyside, una piccola cittadina di circa 12mila abitanti.



© RIPRODUZIONE RISERVATA