Carlo Conti/ “Covid? E’ un virus subdolo, non so come l’abbia preso”

- Emanuele Ambrosio

Carlo Conti ospite di “La canzone segreta”, il nuovo show di Serena Rossi. Il conduttore prossimamente su Rai1 con Lo Zecchino d’Oro

Il conduttore Carlo Conti
Il conduttore Carlo Conti

Carlo Conti ospite della prima puntata di “La canzone segreta“, il nuovo show di Serena Rossi in partenza da venerdì 12 marzo 2021 in prima serata su Rai1. Una puntata da non perdere visto che il celebre conduttore parlerà della sua canzone del cuore rivelando retroscena e indiscrezioni sulla sua vita privata. Reduce dal grande successo di Tale e Quale Show, Conti è riuscito a tornare in video giusto in tempo per la diretta dopo essersi ammalato di Covid. Un ritorno davvero emozionante che ha raccontato così a Blogo.it: “emozionante, ma in grande tranquillità. Grazie ad una squadra come la mia, molto forte e che ringrazio davvero tanto. E’ stato facile riuscire a portare a termine una stagione difficile come questa, compresa la mia malattia, con queste straordinarie persone. Tutto ciò è segno di grande coesione fra di noi oltre che di grande professionalità. Ormai ci capivamo al volo, anche a distanza. Abbiamo lavorato puntata su puntata, partendo dalle scalette e devo dire che siamo riusciti a portare a casa buoni risultati in tutti i sensi”.

Carlo Conti e il Covid: “mi sono affidato alle cure dei medici”

Carlo Conti, infatti, si è ammalato di Covid pochi mesi fa e parlando proprio di questa terribile pandemia ha voluto spendere parole di grande ammirazione per tutti i medici e gli infermieri: “la loro dedizione, l’attenzione per il loro lavoro, costretti ad operare per tante ore al giorno con tute e maschere. Poi ricordo di quel periodo in ospedale il mio compagno di stanza Nello, con il quale non abbiamo parlato tantissimo, perchè in quei momenti non hai molta voglia di parlare, ma bastava un sorriso, salutarsi con un “come stai?” ogni mattina, oppure vedere semplicemente che uno dei due stava meglio, per rincuorarsi a vicenda”.

Il conduttore non nasconde però di non aver mai avuto paura: “un po’ per carattere, un po’ perchè non ero così’ grave. Ho capito che ci voleva pazienza e affidarsi alle cure dei medici” e di non comprendere come si sia potuto contagiare: “nessuno intorno a me ce l’ha e io non l’ho passato a nessuna persona che avevo visto in quei giorni prima del tampone positivo. E’ un virus subdolo. Magari lo hai preso perchè sei passato poco dopo che quello prima di te aveva tossito sopra un oggetto, tanto per fare un esempio. Per quanto mi riguarda poi il vero miracolo è che in famiglia non lo ha preso nessuno”. Infine parlando dei progetti futuri, il conduttore a maggio è pronto a tornare in tv con la nuova edizione de Lo Zecchino d’oro con Mara Venier: “lo abbiamo spostato a maggio perchè sarebbe stato davvero impossibile farlo adesso. L’appuntamento dunque con la grande festa televisiva dello Zecchino insieme a Mara è per il mese di maggio”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA