Carlo Conti/ L’amicizia con Pieraccioni e Panariello “così da 20 anni” (Domenica In)

- Rossella Pastore

Carlo Conti ospite di Mara Venier a Domenica In ha ripercorso anche la ventennale amicizia con Giorgio Panariello e Leonardo Pieraccioni

Carlo Conti a Domenica In
Carlo Conti a Domenica In

E’ stato un vero e proprio fiume in piena, oggi, Carlo Conti, ospite di Mara Venier nel corso della sua Domenica In. Il conduttore ha voluto ricordare la sua carriera, con un immancabile riferimento ai suoi amici di sempre, oltre che colleghi, ovvero Giorgio Panariello e Leonardo Pieraccioni. Oltre ad essere legati da una ventennale amicizia, Carlo ha spiegato che alla base del loro legame vi è innanzitutto la grandissima stima professionale. “La gioia di fare questo mestiere è più grande di qualsiasi altra cosa al mondo. Anche con Giorgio e Leonardo siamo gli stessi di vent’anni fa noi ci divertiamo molto, ci facciamo degli scherzi, ma i caratteri sono rimasti gli stessi, uguali e professionali allo stesso tempo”, ha commentato, parlando della fortuna di chi, come lui, ha fatto del suo hobby il suo mestiere. Dopo aver lavorato in banca, ha compreso che non era questo il lavoro che amava fare nella vita. E poco alla volta è riuscita a convincere anche la madre: “Con In bocca al lupo, ha capito che stavo facendo qualcosa di buono, tra l’altro proprio in questi studi che mi hanno portato fortuna. In bocca al lupo mi ha dato la grande popolarità del preserale, è quel legame fantastico che si crea ogni giorno con il pubblico”, ha aggiunto. (Aggiornamento di Emanuela Longo)

“Mio babbo morto di tumore ai polmoni, io mai fumato…”

Parlando del lavoro da conduttore, Carlo Conti ha commentato con estrema sincerità: “Ho fatto questo mestiere per il gusto di farlo, per me era una fortuna fare questo mestiere. Sono lo stesso di 20 anni fa”. Ma come era da piccolo? “Ero un bambino tranquillo, ho iniziato prima a fischiare e poi a parlare”. Sfogliando l’album dei ricordi, tra le foto del cuore non poteva mancare quella della madre, morta nel 2012 e che ha molto commosso il conduttore. “Era un generale tedesco, severissima, lei ha fatto da babbo e da mamma ma la ringrazierò per tutta la vita perchè mi ha insegnato i valori come rispetto per gli altri e onestà”, ha spiegato, cercando di trattenere le lacrime. “Ha lavorato tantissimo, quando è morto mio babbo era molto giovane, io avevo 18 mesi, non mi ricordo nulla di lui”. Conti ha però rivelato un aneddoto legato alle sigarette. La madre gli disse a 13 anni di provare a fumare con lei, senza farlo di nascosto. Proprio mentre faceva il suo primo tiro, la donna le disse: “Ricordati che tuo babbo è morto per un tumore ai polmoni”. “Mi disse che era morto per questo e non ho mai fumato in vita mia”. (Aggiornamento di Emanuela Longo)

“Altro figlio? Ho messo 52 anni a capire come farne uno…”

“Sono due anni che ti corro appresso, Carlè!”, così ha esordito Mara Venier nell’introdurre il primo ospite nonché grande amico Carlo Conti. L’attenzione si è subito spostata sul figlio Matteo, per l’occorrenza chiamato “Matteino” per non creare confusione: “Matteino ha la passione per la pesca, si è appassionato al mondo degli acquari, dei pesci, ci divertiamo molto”, ha rivelato Conti. “Mi ha detto che se mi chiedono come è devo rispondere che è un bravo bambino, molto buono e non fa mai arrabbiare. In realtà qualche volta non è buono ma è buono…”, ha aggiunto il conduttore. Ascolta più papà o mamma? “Babbo, si dice babbo!”, ha puntualizzato Carlo, rimproverando bonariamente Mara Venier, “Ma tutti e due, per ora sta crescendo bene, è divertente e visto”. Ha voglia di fare un nuovo figlio ed allargare ulteriormente la famiglia? “Ho messo 52 anni per capire come si fa uno, dammi un po’ di tempo per riprendere fiato”, ha commentato scherzosamente. (Aggiornamento di Emanuela Longo)

Ospite di Mara Venier a Domenica In

Colpaccio per Mara Venier, che a Domenica in riesce ad avere uno dei conduttori più ambiti e impegnati del panorama televisivo italiano: Carlo Conti. Successore di Baudo e Corrado, ma con uno stile decisamente diverso, Conti è riuscito in pochi anni a emergere per via della sua sobrietà e del suo modo di fare asciutto e professionale. Chissà come se la caverà, nel salotto della collega Venier, che ospite da lei non l’ha mai avuto (e un motivo ci sarà). Viene difficile immaginarlo seduto su quella poltrona, mentre si racconta a tutto tondo dalla carriera agli affetti. Conti non si è mai concesso più di tanto alle telecamere, anche per non intaccare quella parvenza di serietà che l’ha sempre caratterizzato. Oggi, a partire dalle 14 su Rai 1, ne vedremo sicuramente delle belle.

Carlo Conti in tv con Panariello e Pieraccioni?

In occasione del lancio della nuova edizione di Tale e quale show, Carlo Conti ha concesso a Nuovo una lunga intervista in cui ha parlato anche dei suoi progetti futuri. Alla luce del successo del loro show teatrale, Conti, Giorgio Panariello e Leonardo Pieraccioni potrebbero lanciare un nuovo spettacolo televisivo. “E chissà che un giorno non diventi un format per il piccolo schermo…”, dichiara sibillino il conduttore. A domanda diretta, però, getta acqua sul fuoco: “Ne abbiamo parlato, ma al momento preferiamo il teatro e il contatto diretto con il pubblico…”. Se lo spettacolo approdasse davvero in tv, sarebbe certamente un successo. L’esperienza di Conti si unirebbe all’ironia di Panariello e alla capacità di intrattenere di Pieraccioni, e i tre darebbero vita al varietà perfetto. Tuttavia, per ora, è e rimane un’ipotesi.

Carlo Conti Conduce lo Zecchino d’oro

Se il programma con Panariello e Pieraccioni non si farà, Carlo Conti avrà comunque modo di “rifarsi” con i suoi successi storici. Tale e quale show è la trasmissione che porta avanti da ben nove edizioni, e che – nonostante gli anni che passano – continua a riscuotere un buon successo. Ottimi ascolti anche contro l’ultima puntata di Rosy Abate 2, la fiction di Canale 5 che sfida puntualmente ogni venerdì sera. Il segreto è presto detto: “È un programma divertente e leggero, dove non c’è mai un litigio o una polemica magari creati per aumentare gli ascolti…”. Un programma sincero, soprattutto; il che è paradossale, se si pensa che i concorrenti vanno in scena travestiti. Prossimi appuntamenti? Be’, in primis lo Zecchino d’oro: “In occasione della serata finale del 7 dicembre”, anticipa, “dividerò la scena con la mia amica e collega Antonella Clerici”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA