Carlo Perno/ “Vaccino ai bambini, non bisogna aspettare: possono morire anche loro”

- Carmine Massimo Balsamo

Il virologo Carlo Perno a Oggi è un altro giorno: “Omicron è molto più contagiosa ma non è più patogena, cioè non è più pericolosa”

carlo perno
(Oggi è un altro giorno)

Giuste le nuove misure introdotte dal governo per contrastare l’aumento di contagi: questo il parere di Carlo Perno. Intervenuto ai microfoni di Oggi è un altro giorno, il virologo ha promosso i controlli del green pass in atto da oggi in tutta Italia: «Il virus passa solo da persona a persona, se riduciamo contatti togliamo aria al virus. Tutto ciò che aiuta a ridurre gli spazi di vicinanza tra persone, è un bene per noi».

Carlo Perno ha sottolineato che è vietato abbassare la guardia, considerando che il Covid resta ancora pericoloso: «Noi siamo più veloci del virus, ma anche lui cammina. Stabilire un numero fisso per l’immunità di gregge credo sia sbagliato. Noi dobbiamo vaccinare il massimo possibile».

CARLO PERNO SU OMICRON E VACCINO AI BAMBINI

Nel corso del suo intervento, Carlo Perno s’è soffermato sulla variante Omicron: «È molto più contagiosa ma non è più patogena, cioè non è più pericolosa: non ci sono evidenze di persone infettate con Omicron che abbiano avuto bisogno dell’ospedale. Questo non significa che non ci saranno, ma la percezione è che questo virus stia facendo il percorso di tutti i virus, in tempi diversi, che va verso ciò che un virus deve fare, ovvero replicare il più possibile e non ammazzare il suo ospite». Una battuta anche sui vaccini ai bambini, il suo giudizio è diverso da quello di alcuni colleghi che vorrebbero attendere dati più corposi: «Cosa dobbiamo aspettare? Abbiamo tutti i dati, abbiamo 4 milioni di bimbi vaccinati negli usa, i bimbi si infettano come gli altri, si ammalano e possono morire».



© RIPRODUZIONE RISERVATA