Carlo Verdone/ “Dopo sette anni di atroce dolore anche per le cartilagini scomparse ho scelto di…”

- Emanuele Ambrosio

Carlo Verdone è il quarto giudice speciale della prima puntata di “Tale e Quale Show – Il Torneo”, il varietà condotto da Carlo Conti su Rai1

carlo verdone accordi e disaccordi screenshot min 640x300
Carlo Verdone ospite di Accordi e Disaccordi - Screenshot da video

Carlo Verdone è il quarto giudice speciale della prima puntata di “Tale e Quale Show – Il Torneo“, l’edizione speciale del varietà campione d’ascolti condotto da Carlo Conti in prima serata su Rai1. Si tratta di un vero e proprio ritorno in tv per l’attore e regista romano dopo un delicato intervento alle anche. A raccontarlo è stato proprio lo stesso Verdone sui suoi profili social: “dopo sette anni di atroce dolore anche per le cartilagini scomparse, mi sono deciso giovedì 17 di operarmi in un colpo solo alla ricostruzione di entrambe perché non ero più in grado di camminare per pochi metri”. L’intervento è andato alla grande ed oggi il grande Carlo è in perfetta forma come testimoniano alcuni video pubblicati sui social: “oggi…. un piccolo miracolo!”. Intanto poche settimane fa l’attore e regista ha partecipato all’evento organizzato dal Comune di Anzio che, nel pieno della seconda ondata di contagi da Coronavirus, ha voluto lanciare l’iniziativa #indossalamascherina puntando proprio sulla popolarità dell’attore e regista. “I dispositivi contro il virus sono fondamentali, felice di rappresentare l’iniziativa. Appena ristabilito, sosterrò il progetto pubblico del Sindaco De Angelis per la rinascita del Paradiso sul Mare, edificio simbolo nel mondo del cinema e dei mitici anni ’60 nella mia amata Anzio” – ha dichiarato l’attore e regista.

Carlo Verdone ad Anzio per i film di Fellini e Sordi

Non solo, Carlo Verdone ha proseguito dicendo: “mando un fortissimo abbraccio social al Sindaco, Candido De Angelis, a tutti i miei concittadini ed agli amici di Anzio. Non potrò mai dimenticare la giornata del 30 agosto 2019 e le forti emozioni di quella sera, insieme ad oltre duemila cittadini ed ai miei affetti più cari. Il covid ha purtroppo cambiato la nostra vita ed oggi sarebbe utopistico soltanto immaginare una serata del genere, altro che assembramento… Spero tanto di tornare presto e di portare il mio umile contributo alla nostra Anzio”. Ricordiamo che Verdone nel mese di agosto aveva dato la sua disponibilità al comune di Anzio per la ristrutturazione dell’edificio liberty Paradiso sul Mare, luogo che ha fatto da cornice a film cult di Federico Fellini e Alberto Sordi. Un’opera che il regista aveva commentato così: “è un primo passo importante, compiuto dal Sindaco De Angelis e da tutte le Istituzioni preposte, salutato con vero piacere da chi, come me, ha trascorso gli anni più belli lungo la Riviera Zanardelli e da tutti gli appassionati di cinema, visto che il Paradiso sul Mare è stata l’immagine simbolo scelta dal Maestro Fellini per la copertina del suo Amarcord. Appena mi sarò ristabilito, sosterrò il progetto pubblico del Sindaco per il recupero dello storico edificio, pietra miliare del cinema e simbolo degli straordinari anni ’60 nella mia amata Anzio”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA