Cashback di poste italiane/ Il bonus del 10% sugli acquisti scadrà il 30 giugno

- Maria Melania Barone

Cashback di poste italiane, il bonus del 10% fino ad un massimo di 10 euro al giorno sta per scadere. Ecco cosa devi sapere per non perdere soldi e approfittare dell’offerta.

poste italiane offerta gas luce
Poste Italiane

Sappiamo che il cashback di stato non è stato riconfermato anche quest’anno 2022 è così alcune aziende si sono proposte per premiare i propri clienti con dei bonus cashback elargiti privatamente. Il più conosciuto di tutti è il programma di poste italiane anche se esistono moltissimi cashback d’istituto i bancari.

Cashback di poste italiane: un aiuto in tempi di inflazione

Il bonus di poste italiane è un rimborso che è possibile ottenere attraverso gli acquisti con la carta Postepay ed equivale al 10% dell’importo speso fino ad un massimo di 10 euro al giorno.

Per poter ottenere questo bonus cashback di poste italiane è necessario scaricare l’applicazione di PostePay sul proprio telefono e collegare le varie carte prepagate.

Immediatamente dopo basterà inquadrare con l’applicazione il QR code e spostano i punti vendita. Per conoscere il punto vendita più vicino basterà collegarsi al sito di poste italiane e consultare la sezione “vicino a te” oppure visitarla attraverso l’ applicazione Postepay scaricabile sul proprio store Apple o play store.

Cashback di poste italiane: scade il 30 giugno

Il programma cashback di poste italiane è stato sempre prorogato di mese in mese, ma questa volta scadrà il 30 giugno e si attende un ulteriore proroga. Infatti il bonus cashback è stato un valido supporto soprattutto in periodo di inflazione come questo dove si è registrato un incremento del 30% sul caro prezzi alimentari e del 10% sulla prezzo dei viaggi. Complessivamente si stima che gli italiani pagheranno quest’anno circa 2.300 in più rispetto agli anni precedenti.

Il bonus cashback del 10% infatti è cumulabile anche con altre opzioni di rimborso come la detrazione IRPEF al 19%. Oppure cashback relativi alle farmacie e alle autostrade.





© RIPRODUZIONE RISERVATA