Caso Neumair, si cerca corpo di Peter in 70 km di fiume/ Figlio Benno in carcere

- Alessandro Nidi

A “Storie Italiane” si è tornati a parlare del caso Neumair a Bolzano: entro due settimane l’interrogatorio del figlio Benno

peter neumair laura perselli
(Storie Italiane)

A “Storie Italiane” si è tornati a parlare del caso Neumair a Bolzano. L’inviato della trasmissione di Rai Uno condotta da Eleonora Daniele, Maurizio Licordari, in collegamento della diga di Mori. “Nella giornata di ieri le ricerche del corpo di Peter Neumair sono giunte a Rovereto, oggi dovrebbero proseguire proprio in direzione della diga, dove però le correnti sono molto forti ed è difficile immaginare che si possano organizzare delle immersioni”. Sono 70 i chilometri del fiume Adige che separano Bolzano dalla diga, un tratto pertanto davvero ampio.

“Se dovessero esserci nelle perizie dei Ris elementi sufficienti a porre in accusa Benno, a metterlo in una condizione dalla quale non riuscisse a uscire, il ragazzo potrebbe andare in difficoltà – ha asserito l’inviato del programma di Rai Uno –. Il giovane continua a sostenere la propria innocenza e a dire di non avere fatto niente. Allo stato attuale, pertanto, non dovrebbe cambiare la sua posizione.

CASO NEUMAIR: INTERROGATORIO A BENNO DECISIVO?

Ricordiamo, per quanto concerne il caso Neumair, che l’autopsia eseguita sul corpo di Laura Perselli, moglie di Peter, ha parlato di uno strangolamento. Per Benno, il figlio dei coniugi, si prospetta dunque un interrogatorio difficile, dal momento che i sospetti ricadono interamente su di lui. Il faccia a faccia dovrebbe arrivare nel giro di due settimane: il ragazzo ha sempre rivendicato la propria innocenza e le ricerche nell’Adige, in questo momento, non stanno restituendo il corpo di suo padre. Indiscrezioni raccontano di un Benno dietro le sbarre profondamente cambiato: “Un personaggio con le occhiaie, macilento, quasi spettrale – ha asserito l’opinionista Francesco Specchia –. Se non sarà trovato il secondo cadavere, le cose si bloccheranno: qualsiasi impianto accusatorio verrà a sbriciolarsi e probabilmente Benno Neumair conta proprio su questo aspetto”. Intanto, le ricerche da parte dei carabinieri subacquei si interromperanno nella giornata di oggi, così come previsto in origine, a meno che non si riscontrino reperti particolari che inducano a proseguire.



© RIPRODUZIONE RISERVATA