Catena Fiorello e Linus “Circolare sulla passeggiata inopportuna”/ “State a casa!”

- Hedda Hopper

Catena Fiorello “Circolare sulla passeggiata inopportuna”, i Vip si ritrovano sui social per dire no al Governo: “State a casa!”

catena fiorello
Pubblicità

La circolare del Viminale che permette passeggiate intorno alla propria casa e con il proprio bambino continua a far discutere. Il rischio che in molti lo usino come pretesto per uscire proprio come è successo nelle scorse settimane con il cane o lo jogging c’è ed è proprio questo che in molti temono. Alcune mamme sono pronte a dire no all’uscita di casa per una passeggiata e anche alcuni vip, volti noti della cultura e della televisione italiana, hanno detto no a questo piccolo lusso che in molti erano pronti a concedersi. Dopo alcuni sindaci, che hanno preso palese posizione contro la circolare, anche Catena Fiorello ha pensato bene di dire la sua in nome di una diffusione che potrebbe tornare di nuovo ai grandi numeri proprio adesso che si intravede la luce alla fine del tunnel: “La verità è UNA SOLA. L’INCUBO DI UN CONTAGIO DI RITORNO SAREBBE ANCORA PIÙ DEVASTANTE. Chi ha pensato a questa trovata, non lo ha considerato? In ogni caso confido nella saggezza e nel senso di responsabilità di ogni italiano. Facciamo da soli, è meglio. Ognuno pensi alla propria salute, e al valore inestimabile della vita. NON USCIAMO“.

Pubblicità

LINUS SI UNISCE A CATENA FIORELLO VS LA CIRCOLARE SULLA “PASSEGGIATA”

Al messaggio di Catena Fiorello si è unito anche quello di Linus che ha usato i social per dire la sua e non solo per via del possibile numero di contagi da Coronavirus ma anche per tutto quello che potrebbe succedere andando in giro. Proprio lui usa l’esempio dello sport e degli incidenti che possono accadere anche solo cadendo per via di una buca o per due calci al pallone e proprio al calcio si riferisce quando parla dell’emergenza che stiamo vivendo: “Siamo solo nel secondo tempo della partita contro il virus, e dopo avremo anche i supplementari. Le regole servono per gli stupidi che non capiscono o per gli stronzi che fanno finta di non capire. Noi non ci caschiamo, vero?”. Questi messaggi basteranno per tenere tutti a casa? Lo scopriremo solo nelle prossime ore.

Ecco il lungo post di Linus:

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Pubblicità

A proposito delle nuove aperture su passeggiate o corsette. Molti anni fa, una trentina almeno. Ultima azione di una bella e combattuta partita di calcio sotto la pioggia. Saltiamo in quattro o cinque sullo stesso pallone, il portiere mi atterra sopra e mi rompe una mano. Qualche anno dopo, a sciare con i miei figli. Per tornare in albergo li accontento e facciamo una scorciatoia: a dieci metri dalla fine metto uno sci in una buca e mi si gira un ginocchio. L’ultima è del 2000 (perché alla fine si impara): anche qui, ultimo contrasto dell’ultima azione di una particella a calcetto, legamento crociato saltato. Siamo solo nel secondo tempo della partita contro il virus, e dopo avremo anche i supplementari. Le regole servono per gli stupidi che non capiscono o per gli stronzi che fanno finta di non capire. Noi non ci caschiamo, vero? #iorestoacasa

Un post condiviso da Linus (@linus_dj) in data:



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità