“Caterina Collovati è inutile che lecchi il cu*o”/ Lei smaschera l’hater: “Quando…”

- Stella Dibenedetto

Caterina Collovati smaschera l’hater sui social e scopre la sua identità. Lui le aveva scritto: “Inutile che lecchi il cu*o, in Rai…”.

caterina collovati 2019 tv 640x300
Caterina Collovati

Caterina Collovati non ci sta e, dopo uno scambio di messaggi dai toni non molto cordiali, su Instagram, smaschera l’hater che, stavolta, non è anonimo ma ricopre un ruolo importante in una grande azienda. Con un post pubblicato su Instagram, Caterina Collovati rende pubblico il nome del suo hater condividendo senza alcuna censura sia il nome che i messaggi che le ha inviato. Tra i tanti messaggi ricevuti, spicca quello in cui il “leone da testiera”, le scrive: “Tanto in Rai non ti chiama nessuno. Inutile che lecchi il cu*o”. Un commento a cui la moglie di Fulvio Collovati aveva risposto così: «Non lecco nessuno, in Rai ci sono già. Informati e usa un linguaggio meno volgare, altrimenti sloggia da questa pagina».

Caterina Collovati contro l’hater: “Quando scopri che non è anonimo…”

Finita nel mirino di un hater che le ha scritto senza mascherare la propria identità, Caterina Collovati, dopo aver risposto ai messaggi ricevuti, pubblica tutto sui social rendendo nota anche la sua identità.Quando l’hater non è affatto anonimo, ma scopri che ricopre un ruolo prestigioso per conto di un’azienda internazionale che fa dello stile il proprio biglietto da visita. Però, che stile! Proprio vero l’abito non fa il monaco anche se di Gucci”, ha scritto la Collovati. L’uomo in questione che ha attaccato la Collovati ricoprerebbe, come fa sapere lei stessa, un ruolo di prestigio da Gucci. Molti follower, tra cui Edoardo Ercole, si sono schierati dalla parte della giornalista. “A volte bisognerebbe rispondere a queste persone, che la vita è bella e non c’è bisogno di essere così frustrati… Non si tenta di sminuire una donna con espedienti di questo genere, sopratutto una donna con la D, maiuscola“, ha scritto il figlio di Serena Grandi.



© RIPRODUZIONE RISERVATA