“Chi favorisce contagi paghi danni”/ Piemonte, la provocazione dopo focolaio Vercelli

- Carmine Massimo Balsamo

Il focolaio di Vercelli ha spinto Alessandro Stecco ha lanciare una proposta originale: far pagare i danni a chi favorisce i contagi.

alessandro stecco vercelli
Alessandro Stecco (Facebook)

Si è acceso il dibattito sul focolaio registrato negli ultimi giorni a Vercelli e spunta una proposta a dir poco originale: far pagare i danni a chi favorisce i contagi. Questa la provocazione di Alessandro Stecco, consigliere regionale in quota Lega. Come riportato da La Stampa, a Vercelli sono stati registrati 38 casi positivi, tutti legati ad un imprenditore di Santo Domingo. Il quotidiano piemontese ha messo in risalto che il “focolaio del merengue” è scoppiato per il mancato rispetto della quarantena da parte dello straniero, nonostante avesse scoperto di essere positivo al tampone. Adesso le persone positive al Covid-19 sono tutte in quarantena e, secondo quanto ricostruito, sarebbero quasi tutti frequentatori dei due locali da ballo dominicani della zona.

“Chi favorisce contagi paghi danni”: la provocazione di Alessandro Stecco

Alessandro Stecco, presidente della Commissione Sanità di Regione Piemonte, ha lanciato ieri – 10 agosto 2020 – la sua proposta direttamente dal suo profilo Facebook: «Una proposta per oggi e per il futuro: e se il conto di tutto il personale impiegato, dei test, dei materiali venisse fatto pagare dall’Asl, assieme ai danni all’immagine della ciisc da parte del Comune, a chi avesse violato la quarantena e propagato il virus (al netto di sue eventuali responsabilità penali individuali)? Sarebbe un bel deterrente. Tutto sempre gratis e dovuto?». Notizia delle scorse ore è l’annullamento di tutti gli eventi di Ferragosto: la giunta comunale ha preferito cancellare concerti e festival a causa del focolaio «al fine di evitare ogni possibilità di contagio».

© RIPRODUZIONE RISERVATA