Christian De Sica, sfogo contro gli influencer “Possibile essere così cafoni?”/ “Non si sono rotti le palle?”

- Mirta Ottone

Christian De Sica sbotta intervistato dal Corriere della Sera: “Sono stanco di questa ostentazione social, non se ne può veramente più. Gli influencer? Sono cafoni…”

Christian De Sica
L’attore Christian De Sica

Christian De Sica sbotta contro le ostentazioni degli influencer: “Si comprano motoscafi di lusso facendo i buffi…”

Si sa, specialmente per i vari influencer, l’estate è il momento perfetto per sfoggiare le proprie qualità migliori e farsi belli sui social: dai fisici statuari, alle cene in ristoranti stellati, ai vari yacht e motoscafi, sembra essere una gara al “chi più ne ha più ne metta”. Il che è particolarmente indigesto a un celebre attore che sembra proprio non sopportare questa continua ostentazione social… Si tratta di Christian De Sica che, durante una breve intervista per il Corriere della Sera, è sbottato contro tutte queste pseudo-celebrità che ostentano la loro vita, giudicando il loro utilizzo social, per dirlo con le parole del re dei Cinepanettoni: “Na’ cafonata“.

Influencer o meno chiunque sui social ama mettere in risalto solo la parte migliore di sé, e questo Christian De Sica lo sa bene. Ciò che però non sembra sopportare è proprio questa gara all’ostentazione e la messa in risalto di smisurati lussi. Ecco che cosa ha detto a riguardo durante l’intervista: “Ma certe persone non si so rotte le palle di pubblicare quello che mangiano, mentre ballano abbracciati e poi si odiano, le panoramiche delle discoteche tutte uguali, i tuffi dai motoscafi di lusso comprati facendo i buffi?“.

Christian De Sica: “Con Massimo Boldi, nei Cinepanettoni, eravamo noi i cafoni…”

Sono due i fattori a irritare particolarmente Christian De Sica. Innanzitutto il dover mostrare sui social, capofila su tutti Instagram, ogni particolare delle propria vita privata senza alcun limite. Ma soprattutto a irritarlo sono i vari Vipponi e influencer, resi celebri proprio grazie ai social, che ostentano, davanti a milioni di ragazzini, la loro vita, senza alcun tipo di gusto: “È possibile essere diventati così cafoni?”, ha detto l’attore in riferimento alla totale mancanza di eleganza e riservatezza.

E lo dice lui che di cafonate ne ha viste tante durante la sua carriera… Si sa i Cinepanettoni c’è chi li odia e chi ne ha fatto un vero culto. Christian De Sica, insieme all’amico di una vita, Massimo Boldi ne ha fatta un’intera carriera. E lì i cafoni erano loro, ma era solo un’interpretazione! Da Vacanze di natale del 1983 a Natale sul Nilo, fino a Vacanze di Natale a Cortina, i due negli anni hanno messo in scena vizi e brutture dell’Italiano medio, qualche volta interpretando proprio anche il classico spendaccione che ama ostentare le sue ricchezze. Ed è proprio questo che rattrista De Sica, sapere che la realtà sia diventata proprio come quella falsa grottesca: “Basta esaltare gli eccessi non se ne può più” ha concluso.





© RIPRODUZIONE RISERVATA