CHRISTIAN VIERI, MARITO COSTANZA CARACCIOLO/ “Quando ha saputo della gravidanza…”

- Emanuele Ambrosio

Christian Vieri è il marito di Costanza Caracciolo, la showgirl ospite di Verissimo dove annunceranno la nascita del secondo figlio: “aspettiamo una femmina!”

Christian Vieri e Costanza Caracciolo
Christian Vieri e Costanza Caracciolo
Pubblicità

La prima ospite della nuova puntata di Verissimo è Costanza Caracciolo che esordisce annunciando la sua ormai palese gravidanza. “Sono al sesto mese” svela infatti in studio, prima che Silvia Toffanin le chieda come ha preso poi la notizia della seconda gravidanza suo marito. Lei svela “Come l’ho detto a Christian? Al solito modo, gli ho mandato una foto e lui mi ha chiesto cosa fosse. Era un test di gravidanza. Come l’ha presa? Lui era felice. Io vorrei tre figli ma per lui due vanno bene.” Poi l’ex velina di Striscia La Notizia tiene a sottolineare le doti del suo compagno in questo delicato ruolo: “In versione papà? Christian va benissimo! – ammette Costanza – È sempre stanco ma è un padre meraviglioso. Credo che con l’altra nascita impazzirà totalmente” (Aggiornamento di Anna Montesano)

Pubblicità

Christian Vieri e Costanza Caracciolo, un grande amore

Christian Vieri è il marito di Costanza Caracciolo, la showgirl ospite di Verissimo nella puntata di sabato 7 dicembre 2019. Una puntata davvero speciale quella del rotocalco televisivo condotto da Silvia Toffanin, visto che la coppia ha annunciato e confermato la seconda gravidanza. “Ci tenevo a essere sicura di tutto prima di annunciarlo perché tre mesi sono troppo pochi. Adesso sono entrata nel sesto mese di gravidanza” ha detto la moglie di Christian, che parlando proprio del sesso del futuro nascituro ha rivelato: “aspettiamo una figlia femmina. Siamo felicissimi, non vediamo l’ora!”. La ex velina di Striscia La Notizia ha anche parlato di Bobo Vieri come papà: “è un padre meraviglioso. Penso che con la prossima nascita impazzirà totalmente”. E’ al settimo cielo l’ex bomber dell’Inter che ha sposato in gran segreto la sua Costanza lo scorso 18 marzo a Milano, presso Villa Litta Modignani.

Pubblicità

Christian Vieri e Costanza Caracciolo: “Non mi tolgo mai la fede da quel giorno”

Un amore importante quello tra Christian Vieri e Costanza Caracciolo che si sono sposati in gran segreto lontano dai flash e dai riflettori dello spettacolo. Da quel giorno Bobo ha raccontato Vanity Fair: “non mi tolgo mai la fede da quel giorno” – e sulla cerimonia ha confessato – “eravamo in quattro, noi due e i testimoni, mio fratello e sua cugina. Poi più avanti, magari faremo una festa con tutti”. Il matrimonio è arrivato a pochi mesi dalla nascita della piccola Stella, la prima figlia di Christian di cui ha detto: “sono pazzo di lei, è la fine del mondo”. La nascita della primogenita ha cambiato la sua vita: “sono migliorato molto da quando è nata, è la cosa più bella della nostra vita. È bella come Costanza ma ha il mio carattere”. L’ex campione di calcio non ha nascosto che ha grandi progetti per la figlia: “mi piacerebbe che Stella diventasse una tennista. In camera sua le metterò 500 racchette e un paio di scarpe da danza e poi sceglierà lei cosa vorrà diventare”.

Christian Vieri: “il colpo più forte credo sia stato quello del 5 maggio”

L’ex capocannoniere di Serie A ai microfoni di Dazn ha ripercorso la sua lunga e straordinaria carriera. Per ben due volte, nel 1999 e 2002 vince il titolo di miglior calciatore italiano AIC, mentre Pelè lo inserisce nella classifica FIFA 100 tra i migliori calciatori viventi senza dimenticare che è il 71esimo tra i migliori calciatori del XX secolo nella speciale classifica pubblicata da World Soccer. Una carriera da record, anche se non sono mancate delle piccole e grandi delusioni come ha raccontato proprio Christian Vieri durante un’intervista rilasciata a Dazn. “Non ho una sfida in particolare che sentivo più delle altre. Ogni partita era una battaglia, ci volevano sempre i guantoni, ma più che quelli usavo i gomiti” – ha detto Bobo Vieri, che ha poi confessato il colpo più forte della sua carriera: “credo sia stato quello del 5 maggio quando abbiamo perso lo scudetto all’ultima giornata. Ma fare il calciatore è bello perché puoi vincere e perdere. Un calciatore deve anche sapersi tirare su da solo. Non ho mai pensato di ritirarmi per salvarmi da una situazione difficile. È il lavoro più bello del mondo e lo rifarei dall’inizio”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità