Ciccio Graziani a Scherzi a parte/ Video giacca del Mondiale ’82 distrutta, ma è fake

- Chiara Ferrara

Ciccio Graziani vittima in diretta di Scherzi a parte: la giacca che indossava al Mondiale del 1982 totalmente distrutta

Ciccio graziani scherzi a parte

Ciccio Graziani ha finalmente scoperto di essere su Scherzi a parte, ma è ancora preoccupato per la giacca che ha indossato da Campione del Mondo nel 1982. L’ex calciatore, dopo essere stato trasportato dall’autista negli studi di Canale 5, incontra Enrico Papi. “Facciamo pace ad una condizione, prima devo vedere la mia giacca”, dice.

A consegnare il prezioso cimelio è Fulvio Collovati, che aveva svolto il ruolo di complice e l’aveva rubata nell’aereo a Volandia. “In questi 39 anni l’ho tenuta come una reliquia, è storica”, ha ammesso. Per completare la gag entra in studio anche Alessandro, l’attore che ha interpretato il regista del finto programma di Giorgia Rossi videoe dato fuoco alla finta giacca. Lo scherzo, tuttavia, non è ancora finito. Il ragazzo, infatti, dice di essere un suo fan e lo convince a fargli un autografo, ma accidentalmente la penna sporca la giacca d’inchiostro. Anche in questo caso, però, si tratta di un falso. Soltanto alla fine il povero Ciccio Graziani può riabbracciare la sua giacca. Il della candid camera è disponibile su Mediaset Play.

Ciccio Graziani a Scherzi a parte: la giacca del Mondiale ’82 in fiamme

La (finta) giacca che Ciccio Graziani ha indossato al rientro dal Mondiale del 1982 è in fiamme: la vittima di Scherzi a parte l’aveva portata con sé per il nuovo programma di Giorgia Rossi, complice della produzione. L’ex giocatore è allibito: non sa che il suo vero cimelio è al sicuro. A sostituirlo è stato l’amico Fulvio Collovati.

Il povero Ciccio Graziani non riesce a credere ai suoi occhi. Dopo qualche minuto di silenzio, si scaglia contro l’addetto ai lavori che, con la complicità del programma di Canale 5, ha gettato una cicca di sigaretta accesa proprio sotto la giacca, precedentemente ricoperta di liquido infiammabile. “Per te non aveva nessun valore? Certo che aveva valore, tu sei di quelli a cui non frega un c**o”. L’ex giocatore è furioso, tanto che vorrebbe quasi picchiare il regista. Quest’ultimo infila anche il dito nella piaga: “Tra tutti quelli che c’erano hanno anche scelto quello che ha giocato 8 minuti”. La vittima della candid camera è totalmente incredulo, in preda ad una crisi di nervi.

Ciccio Graziani vittima di Scherzi a parte: la candid camera in diretta

Ciccio Graziani è la vittima dello scherzo in diretta della terza puntata di Scherzi a parte. L’ex giocatore è stato contattato dalla complice Giorgia Rossi, il quale lo ha invitato a partecipare ad un nuovo programma (“Eroi nazionali”) che lo avrebbe ricondotto sull’aereo che nel 1982 portò i Campioni del Mondo – tra cui proprio l’allora attaccante – dalla Spagna all’Italia, dove sarebbero stati acclamati per l’impresa compiuta. Con sé dovrà portare la giacca che aveva proprio in quel momento, che per lui è un vero e proprio cimelio.

Fulvio Collovati, anch’esso complice, ha rivelato che il povero Ciccio Graziani tiene tantissimo a quella giacca, tanto da conservarla scrupolosamente. Essa, tuttavia, nel corso dello scherzo, verrà distrutta. O almeno questo è ciò che crederà l’ex attaccante. La produzione di Scherzi a parte, infatti, ha creato un fake da utilizzare. Lui, tuttavia, non ne è a conoscenza.

Ciccio Graziani a Scherzi a parte: il finto collegamento con Giorgia Rossi

Ciccio Graziani, protagonista della candid camera in diretta di Scherzi a parte, è arrivato a Volandia, il più grande museo aeronautico italiano dove si trova proprio l’aereo che lo ha riportato in Italia dopo il Mondiale del 1982. Da lì si collegherà con Giorgia Rossi, conduttrice di un nuovo finto programma. I problemi tecnici, tuttavia, sono dietro l’angolo.

Nello studio del programma di Canale 5, infatti, gli ospiti iniziano a produrre fastidiosi rumori, che rendono impossibile il collegamento con il povero Ciccio Graziani. “Non sento nulla”, si lamenta l’ex attaccante. Non sa di essere vittima di Scherzi a parte, ma il peggio deve ancora venire. Poco dopo, infatti, viene fatto salire sul famoso aereo. Lui felicissimo illustra i luoghi del velivolo in cui ha trascorso i momenti d’oro dopo il Mondiale. Non sa, tuttavia, cosa sta accadendo. Il complice Fulvio Collovati, infatti, sta rubando la vera giacca che indossava quel giorno. Al posto del cimelio metterà una riproduzione, che verrà totalmente distrutta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA