Cicciolina, proposta indecente a Putin/ “Offro una notte di sess* per la pace”

- Mirko Bompiani

Cicciolina, nome d’arte di Ilona Staller, pronta a tutto per arrivare alla pace tra Russia e Ucraina: sul tavolo di Putin una notte di amore…

Ilona Staller cicciolina
Ilona Staller all'Isola dei Famosi 2022

Dopo l’esperienza da naufraga all’Isola dei Famosi, la proposta indecente a Vladimir Putin. Cicciolina, nome d’arte di Ilona Staller, ha scelto Instagram per mandare un messaggio al presidente russo. Una notte di amore per arrivare alla pace: l’ex attrice hard ha messo questa proposta sul tavolo del leader del Cremlino per tentare di fermare le ostilità tra Mosca e Kiev.

“Il mio messaggio di pace ,contro la guerra e per il presidente russo Putin. Mi offro per una notte di sesso,in cambio della pace per Ucraina, per il popolo russo”: queste le parole di Cicciolina nel post condiviso su Instagram. Inseriti, inoltre, diversi hashtag a tema: da #peace a #nowar, passando per #amore e #amoretrapopoli.

 

Cicciolina, proposta indecente a Putin

Intervenuta oggi a Un giorno da pecora, programma in onda su Rai Radio 1, Cicciolina ha confermato di aver offerto a Vladimir Putin una notte di sesso in cambio della pace e che sta aspettando ancora una risposta: “Magari Putin è occupato e può rispondere il portavoce”. Ilona Staller ha poi proseguito: “Al tempo della guerra in Iraq, sono stata contattata dall’ambasciata irachena che mi chiese come pensavo di realizzare questa mia offerta”. Cicciolina ha poi ricordato che quella vicenda con Saddam Hussein non si è poi risolta, ma “se Putin accettasse e firmasse un accordo di pace, sarebbe una cosa bellissima”. L’ex pornostar si è poi soffermata sul periodo da spia del governo ungherese, una fase non divertente: “Facevo la cameriera in un albergo, dovevo capire per quale motivo le persone venivano dall’estero in Ungheria. Non era facile… Se andavo a cena con qualcuno, era più facile chiacchierare. Sono passati tanti anni, si guadagnava ma non mi sono arricchita. Una volta mi stavano seguendo, era facile capire che mi volessero investire. Da lì ho capito che era meglio smettere”.







© RIPRODUZIONE RISERVATA