Ciclismo, annullati Mondiali 2020 in Svizzera/ Uci cerca nuovo Stato: ipotesi Italia

- Carmine Massimo Balsamo

Ciclismo, saltano i Mondiali 2020 in Svizzera, a Aigle-Martigny: Federazione al lavoro per un piano B, spuntano due regioni italiane.

ciclismo mondiali 2020
Mondiali di ciclismo 2019: Matteo Trentin, capitano dell'Italia - foto Instagram

Ciclismo, niente Mondiali 2020 in Svizzera: pochi istanti fa è arrivata l’ufficialità. La celebre competizione dedicata alle due ruote, in programma dal 20 al 27 settembre, non si terrà a Aigle-Martigny: la decisione è stata presa dal governo federale svizzero, che a causa dell’emergenza coronavirus ha vietato assembramenti superiori alle 1.000 unità fino al prossimo 1° ottobre. Di conseguenza gli organizzatori dei Mondiali hanno dovuto prendere atto della decisione: «Siamo tristi e delusi, abbiamo lavorato duramente per due anni per offrire un magnifico evento su un percorso straordinario», il commento di Grégory Devaud e Alexandre Debons. I co-presidenti del comitato di organizzazione hanno poi tenuto a precisare: «Siamo consapevoli che la situazione sanitaria nazionale e globale richiede misure precauzionali e abbiamo a cuore tutti coloro che sono stati colpiti dal coronavirus».

CICLISMO, ANNULLATI MONDIALI 2020 IN SVIZZERA: IPOTESI ITALIA

Una brutta notizia per tutti gli appassionati di ciclismo, che potrebbero dover fare a meno dei Mondiali 2020. Ma nulla è perduto. Le due competizioni in programma, Elite maschile e femminile, potrebbero essere trasferite in un altro Stato. La Gazzetta dello Sport spiega infatti che è scattato il piano B dell’Uci: tra le ipotesi spunta anche l’Italia. Il presidente Di Rocco ha dato disponibilità per ospitare le prove e circolano già le due possibili regioni: parliamo di Emilia Romagna e Veneto. Certo non mancano le difficoltà, basti pensare al programma da costruire da zero nel giro di pochissimi giorni. Attesi aggiornamenti nel corso delle prossime ore, ma c’è ancora una piccola speranza per tutti gli amanti dello sport su due ruote…

© RIPRODUZIONE RISERVATA