Cile, trovata morta Daniela Carrasco “el Mimo”/ Ipotesi choc: “Torturata e uccisa”

Caos in Cile per la morta di Daniela Carrasco, meglio conosciuta come el Mimo: la manifestante è stata rinvenuta impiccata, le ultime notizie.

daniela carrasco el mimo cile
Cile, volantini appesi per chiedere giustizia sulla morte di El Mimo (Facebook La molocha)

Dilagano le proteste in Cile contro il Governo e contro il carovita, con scontri vibranti tra polizia e manifestanti. Un dramma ha però sconvolto la comunità sudamericana: è stata rinvenuta morta Daniela Carrasco, artista di strada conosciuta come “el Mimo”. La 36enne è stata trovata impiccata in un quartiere periferico di Santiago del Cile e il suo decesso è un giallo: come spiega la stampa locale, nelle primissime ore la pista più accreditata era quella del suicidio, ma con il trascorrere del tempo sono circolate versioni totalmente diverse. Sui social network campeggia ovunque l’hashtag #JusticiaparaelMimo e gran parte dell’opinione pubblica crede che si sia trattato di un omicidio “simbolico”: l’artista di strada sarebbe stata torturata e uccisa per lanciare un messaggio alle donne cilene scese in piazza per protestare contro il Governo. «Daniela è stata violentata, torturata, di nuovo violentata fino al punto di ucciderla», il parere del collettivo Ni Una Menos, con alcuni testimoni che hanno riferito che el Mimo sarebbe stata rapita dai militari il 19 ottobre.

CILE, PROTESTE PER LA MISTERIOSA MORTE DI DANIELA CARRASCO “EL MIMO”

El Tribuno spiega che Daniela Carrasco è stata vista l’ultima volta durante una perquisizione di un gruppo di agenti di polizia. Il sindacato nazionale Interempresa di attori e attrici del Cile (Sidarte) chiede giustizia e vuole la verità sulla fine di “el Mimo”: «Lo Stato del Cile deve rispondere e rendere trasparente il ruolo delle forze di polizia a proposito della sua morte. Siamo sgomenti, chiediamo giustizia». E, secondo El Patagonico, ci sarebbe un video sui social network che potrebbe chiarire la dinamica dei fatti: nella sequenza è possibile notare un uomo che trova il corpo senza vita di Daniela nel quartiere Pedro Aguirre Cerda. Non è da escludere, secondo le accuse mosse da associazioni e manifestanti, che l’omicidio sia collegato allo stato di emergenza ed alle proteste contro il presidente Sebastian Pinera.

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA