TV/ Verso lo switch off in Piemonte. Tra un anno interessato il 70% dell’Italia

Nella notte fra il 19 e il 20 maggio scatterà in Piemonte il passaggio al digitale di Raidue e Retequattro, che spegneranno il segnale analogico a Torino, Cuneo e in 74 comuni della provincia di Asti

11.05.2009 - La Redazione

Nella notte fra il 19 e il 20 maggio scatterà in Piemonte il passaggio al digitale di Raidue e Retequattro, che spegneranno il segnale analogico a Torino, Cuneo e in 74 comuni della provincia di Asti. Il processo sarà completato in Italia nel 2012, ma già nel 2009 lo sarà sul 30% del territorio nazionale, e nel 2010 sul 70%.

Le tappe verso lo switch-off definitivo, ovvero il completo spegnimento dell’analogico, sono state illustrate oggi a Torino dal viceministro alle Comunicazioni Paolo Romani.

In conferenza stampa con la presidente della Regione Piemonte Mercedes Bresso, il presidente di Dgtvi Andrea Ambrogetti e il consigliere di amministrazione di Mediaset Gina Neri, Romani ha ricordato che il percorso verso il digitale è già partito in Sardegna e sarà completato definitivamente in Valle d’Aosta entro settembre, in Piemonte entro inizio ottobre, in Trentino Alto Adige sempre entro ottobre, nel Lazio per novembre e in Campania per metà dicembre. Torino, ha sottolineato, è il primo capoluogo di regione importante interessato.

Da un’indagine Makno risulta che il 65% dei torinesi già possiede il decoder e il 15% ha intenzione di procurarselo al più presto. Complessivamente il 94% è informato sul digitale e il 70% conosce anche la data in cui avverrà lo scatto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori