MIA MADRE/ Stasera ultima puntata, anticipazioni e trama: Nunzia dopo la morte di Uccio in lite con i figli. 16 novembre 2010

In prime time su Rai Uno lepisodio finale della fiction con Bianca Guaccero

16.11.2010 - La Redazione
mia_madreR400

Mia madre, anticipazioni trama ultima puntata, stasera, 16 novembre 2010, Rai Uno ore 21.10 Mia madre si concluderà stasera con lultima attesa puntata. Nella prima ha vinto gli ascolti tv con oltre 6 milioni di telespettatori, riuscirà a trionfare anche con questo episodio finale, che si sconta con I Cesaroni 4 in onda su Canale 5? Abbiamo lasciato Nunzia, la coraggiosa mamma che dalla Puglia si è trasferita a Torino con i tre piccoli figli, in una situazione disperata. Il marito Uccio è tragicamente morto a seguito di un incidente sul lavoro e lei, dopo il funerale in Puglia, decide di tornare a torino con i tre bambini perché ha necessità dio lavorare per potersi e poterli mantenere. Ma i guai sono solo allinizio.

La vita della mamma e dei suoi tre figli attraverserà ancora terribili ostacoli e drammatiche situazioni. La fiction vede come protagonista la giovane e promettente Bianca Guaccero nei panni di Nunzia e stasera vedremo Primo Reggiani nel ruolo del figlio maggiore, Giacomo. La miniserie è diretta da Ricky Toganzzi. Alla pagina seguente le anticipazioni della puntata di stasera.

Mia madre, trama ultima puntata, 16 novembre 2010, Canale 5 ore 21.10 – Torini, 1980. E’ passato molto tempo dal giorno del tragico incidente sul lavoro che ha spezzato la vita a Uccio. I figli di Nunzia ora sono cresciuti. Giacomo (primo Reggiani) ora diciottenne, è l’orgoglio di sua madre e per lui è arrivato il momento di andare a lavroare in fabbrica come ragioniere. Ma il ragazzo nasconde un segreto. Lucia (Rosa Diletta Rossi) studia Giurisprudenza, ma è tenta dal mondo della moda.

Giuseppe (Marco Iermanò) ha un grande talento per la scrittura ma le cattive compagnie ne fanno un ragazzo di strada. Nuzia si sente sola ad affrontare i problemi e si avvicina molto a Mario, l’ex collega di Uccio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori