OTTO E MEZZO/ Riassunto e video puntata 17 novembre 2010: Bruno Vespa e Vittorio Zucconi parlano di Berlusconi

- La Redazione

Su La 7 la puntata del programma di access prime time condotto da Lilli Gruber

brunovespa_R375
Pubblicità

Perché Berlusconi non è andato a Matrix? Questa la domanda con cui Lilli Gruber ha aperto la puntata di ieri sera di Otto e mezzo (video alla pagina seguente), incentrata sul complicatissimo momento politico che sta attraversando lItalia e in particolare le forse della maggioranza al Governo. Ospiti in trasmissione il conduttore di Porta a Porta Bruno Vespa, che ha risposto alla domanda della gruber con un lapidario Per non aprire la crisi di governo. Con lui in studio la giovane scrittrice Chiara Gamberane e leditorialista e scrittore Vittorio Zucconi, che ha affermato che lo preoccupa maggiormente non tanto di Berlusconi, quanto del post Berlusconi. In puntata Vespa ha parlato della sua ultima fatica letteraria: Il cuore e la spada; anche Chiara Gamberane ha presentato il suo nuovo libero Le luci nelle case degli altri, romanzo sulle dinamiche della famiglia.

Pubblicità

Poi si è tornati sulla questione politica e Vespa ha affermato che sia Fini sia Berlusconi è come se fossero seduti su una polveriera e devono entrambi spegnere le sigarette. Si è poi parlato delle donne in questa epoca berlusconiana. Chiara Gamberale ha detto di avvertire una certa solitudine in questa epoca, Vespa ha poi parlato del ruolo delle donne Ministro al Governo, non poche, mentre Zucconi ha preferito astenersi, ma ha sposato largomento sul doveroso rispetto delle donne. E a proposito del gentil sesso e Berlusconi, è stato mandato un contributo video in cui si parla di Marina Berlusconi come colei che potrebbe essere il degno successore del padre, per la serietà, la leadership e la determinazione; passerà il testimone anche per la politica? Poi un paragone tra la dinastia di Arcore e altre famosissime famiglie, tra cui Kennedy, Clinton e Bush.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

I commenti dei lettori